Il Parlamento europeo approva il TTIP


Campagna STOP-TTIP: “approvata la Relazione Lange sul TTIP nella sua versione peggiore”. Presidente dell’AIAB:  “un ulteriore attentato alla salute dei consumatori e alla ricchezza della nostra agricoltura”. Insoddisfatti dell’esisto della votazione i sindacati CGIL, CISL e UIL

Con una forzatura procedurale – si legge in un comunicato della campagna STOP-TTIP -  il Presidente dell'Europarlamento, il socialdemocratico Shulz, dichiara decaduto l'emendamento 40, l'unico che avrebbe permesso di far esprimere l'aula sull'arbitrato internazionale, su cui il gruppo socialdemocratico si era spaccato. Con un gioco di cavilli, l'Europarlamento evita lo scontro sull'ISDS salvando il testo originale e la tenuta dei socialdemocratici, che si sarebbero spaccati pesantemente su un argomento tanto problematico. Tutti gli emendamenti della società civile vengono sacrificati all'altare del grande compromesso Popolare – Socialdemocratic”o, nella peggiore tradizione europea delle Grandi coalizioni, garantendo così una cornice flessibile e assolutamente non problematica né vincolante alla Commissione europea, che potrà continuare esattamente come prima a negoziare con gli Stati Uniti un accordo a favore di pochi.
Leggi tutto

"Il latte in polvere come base per fare i formaggi è solo un esempio di quello che significherà per il nostro comparto alimentare l'approvazione del TTIP". Lo dice Vincenzo Vizioli all'indomani dell'approvazione da parte del Parlamento europeo del Trattato di libero scambio tra Usa e Ue, il TTIP (Transatlantic Trade and Investment Partnership). "Si tratta di un ulteriore attentato alla salute dei consumatori e alla ricchezza della nostra agricoltura proprio mentre la domanda di agricoltura biologica, di cibi sani e di rispetto per l'ambiente, continua a crescere in Italia e in Europa. E' ormai evidente che la politica è totalmente asservita alle multinazionali".
Leggi tutto

All’indomani dell’approvazione del documento sul Ttip da parte dell’Europarlamento, Cgil, Cisl e Uil hanno inviato una lettera ai Parlamentari Europei eletti in Italia con cui esprimono la loro “insoddisfazione” per l’intesa raggiunta.
“Il Ttip, come tutti i trattati di nuova generazione – scrivono nella nota i dirigenti sindacali di Cgil, Cisl e Uil, Fausto Durante, Giuseppe Iuliano, Cinzia Del Rio – deve essere l’occasione per promuovere sviluppo e crescita sostenibili, affermare e innalzare la qualità dei diritti dei lavoratori, proteggere e rafforzare gli standard ambientali e garantire la più alta qualità e fruibilità dei servizi pubblici fondamentali”.
Leggi tutto

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome