Firenze. Alla Fortezza da Basso, dal 15 al 17 marzo, è protagonista l’agricoltura biologica


Inaugurata venerdì 15 marzo, la seconda edizione di “Firenze Bio” offre da assaggiare i prodotti di 200 espositori, degustazioni guidate, laboratori e convegni

Quasi 200 espositori da undici regioni per la seconda edizione di Firenze Bio, la mostra mercato dei prodotti biologici e biodinamici. Dopo il debutto dello scorso anno, la fiera è torna ta alla Fortezza da Basso di Firenze dal 15 al 17 marzo con ingresso gratuito. I visitatori – si legge in una nota ANSA  - troveranno specialità alimentari e non solo, di piccoli e grandi produttori che dimostrano un'attenzione particolare alla qualità del cibo e alla sua salubrità. Nella tre giorni si potrà assaggiare e comprare i prodotti esposti, ma anche mangiare in un ristorante rigorosamente bio. Inoltre Firenze Bio propone convegni, degustazioni guidate, laboratori e cooking show. Tra questi, il workshop 'Le opportunità oltre il biologico: soluzioni verso l'agrifood del futuro' che venerdì 15 marzo ha messo a confronto agricoltori, imprenditori e ricercatori del Cnr. Infine, la novità di quest'anno è l'arrivo all'interno della rassegna del 'Terra nuova festival', un'occasione per partecipare a incontri e convegni sulle tematiche affrontate dalla rivista Terra nuova.

Venerdì 15, giornata di apertura della Fiera, all’interno della Fortezza da basso si è svolto il convegno su Dati, idee, buone pratiche per una PAC amica del climaorganizzato dalle Associazioni della Coalizione italiana #CambiamoAgricoltura formata da Aiab, Associazione per l’Agricoltura Biodinamica, Fondo Ambiente Italiano, FederBio, Isde Italia Medici per l’Ambiente, Lipu, Legambiente, ProNatura e WWF Italia. Durante il workshop è stato presentato l’Atlante della PAC, strumento ideato per spiegare lo stretto legame tra l’agricoltura e la vita quotidiana di tutti i cittadini, ma anche per sottolineare quanto poco denaro pubblico della Politica Agricola Comune viene oggi realmente destinato a obiettivi di sostenibilità e mitigazione dei cambiamenti climatici. La seconda parte dell’incontro è stata invece dedicata alle testimonianze delle buone pratiche di un’agricoltura pulita, equa e solidale in diverse Regioni italiane presentate nella pubblicazione Storie dal territorio. Ventidue racconti, espressione di una straordinaria biodiversità agraria, che indicano il percorso per armonizzare l’agricoltura con la sostenibilità economica, ambientale e sociale.

Sabato 16, sempre a Fortezza da basso, nella cornice di FirenzeBio BCC Credito Cooperativo, Assobio. FederBio Servizi Srl, Bit Spa, Legambiente Onlus, Iccrea Banca S.p.A., Probios discutono in un convegno dal titolo “Diamo credito al bio”. Vedi qui il programma dell’incontro

Vedi qui per il programma completo di FirenzeBio

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome