5 | 3 voto/i

Se il grasso di qualità di riferimento deve rimanere come standard l’olio extravergine di oliva di qualità questo non esclude che può essere affiancato in basse percentuali da altri condimenti tipici della nostra cultura alimentare come il burro, in particolare se questo è arricchito da sane e protettive erbe aromatiche e spezie!

L’olio extravergine di oliva di qualità rimane il mio grasso preferito in assoluto, ma questo non toglie validità intrinseca ad altri grassi che sono sicuramente da limitare nell’alimentazione quotidiana senza però venire esclusi del tutto se possono portarci alcuni vantaggi pratici e di valorizzazione organolettica degli alimenti che prepariamo.

Uno di questi è il burro che conserva alcune caratteristiche interessanti e che a patto di non “maltrattarlo” con cotture errate può aiutarci a migliorare composizioni di cucina semplici in cui il suo sapore di base si fonde con aromi paralleli e con pochissimo consente di realizzare piatti pienamente soddisfacenti.

Uno dei metodi più interessanti consiste nell’ammorbidire il burro senza scioglierlo, arricchirlo di erbe, spezie o altre sostanze aromatiche esterne, rassodarlo nuovamente e poi usarlo a contatto con pietanze calde lasciando che sciogliendosi lentamente profumi e aromatizzi in proporzioni e dosi minime.

È una tecnica molto classica usata per secoli nella cucina dove però veniva spesso abusata e caricata di elementi poco benefici, noi possiamo riprenderla e adattandola a una cucina sana sfruttarla a nostro vantaggio.

Dobbiamo partire per prima cosa da dell’ottimo burro di qualità scegliendolo con cura e sapendo che non può essere certo di primo prezzo, del resto ne useremo poco e non vale la pena economizzare in questo caso!

Ma in alternativa possiamo anche realizzarlo da noi in casa partendo da buon latte come ben spiegato in questo interessante articolo della redazione di Cucina Naturale.

Comprato o fatto in casa lasciate poi ammorbidire il burro a temperatura ambiente per circa un ora senza forzare questo processo con metodi che rischiano di comprometterne la struttura e la profumata consistenza.

Una volta morbido trasferitelo in una ciotola e mescolatelo con un erba a scelta tritata finemente tra maggiorana, timo, basilico, rosmarino, menta, erba cipollina, prezzemolo, coriandolo, un insieme di queste erbe o una spezia tra curry, curcuma, noce moscata, pepe, peperoncino, paprica, finocchio, anice.

Dosate questi aromi secondo i vostri gusti e ottenete così una spuma di burro soffice profumata intensamente che potrà assumerà via via tanti colori diversi a volte uniformi a volte puntinati!

Mettetela in una sacca da pasticceria e spremetela poi su un vassoio a fiocchi o piccoli spumoni, congelateli e una volta duri conservatili in un contenitore chiuso in attesa dell’uso per condire in minime quantità (mi raccomando) semplici verdure lessate, cereali in chicchi, pasta, pesce alla griglia e tutto quello che la vostra fantasia può suggerirvi!!

5 | 3 voto/i

Ogni tanto il burro va bene soprattutto se è aromatizzato! - Ultima modifica: 2021-01-23T18:23:21+01:00 da Giuseppe Capano
Ogni tanto il burro va bene soprattutto se è aromatizzato! - Ultima modifica: 2021-01-23T18:23:21+01:00 da Giuseppe Capano

Lascia un commento

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome