5 | 1 voto/i

Caratteristiche e peculiarità da conoscere dei cestelli in bambù, probabilmente i più antichi strumenti per cucinare vantaggiosamente a vapore i cibi e che ancora adesso sono molto diffusi e usati malgrado le moderne tecnologie!

I cestelli di bambù sono probabilmente i più antichi strumenti per cucinare vantaggiosamente a vapore i cibi e nelle cucine asiatiche hanno da sempre una grande importanza anche semplicemente per un fattore di economia riuscendo a cuocere più cibi contemporaneamente.

Sono delle sorte di ciotole tonde alte di bambù con un fondo a listarelle non continue con minimi spazi che lasciano passare il vapore in verticale messe su casseruole con acqua o brodo ribollente.

Qui la prima regola abbastanza intuitiva è quella di far corrispondere il diametro dei cestelli in bambù con quello della casseruola, ne l’uno ne l’altro devono avere dimensioni più piccoli o più grandi, ma in genere non è un grande problema in quanto i cestelli sono fatti in modo da adeguarsi alla dimensione di almeno una delle casseruola standard di casa.

I cestelli di bambù di questo tipo offrono il vantaggio di essere impilabili e consentire di cuocere contemporaneamente fino a un massimo di 5 alimenti diversi o porzioni di cibi lavorati.

L’accortezza è mettere il cibo che richiede una cottura più lunga nei cestelli di bambù inferiori, ma consiglio fortemente per praticità di non andare oltre i 2-3 cestelli lavandoli con accuratezza se nuovi per non impregnare del sapore del legno gli ingredienti.

Per impedire al cibo di rimanere attaccato sul fondo del cestello e consigliabile rivestirlo con delle foglie di verdure grandi come quelle del cavolo o delle insalate, se non si ha altro può andare bene anche della carta da forno per quanto non traspirante in realtà.

Per questo è importante è che ne foglie ne carta (a maggior ragione questa ovviamente) ricoprano interamente tutta la superficie del cestello impedendo così al vapore di risalire efficacemente.

Ugualmente importante è che l’ultimo cestello sia ben chiuso, ogni cestello di solito ha il suo apposito coperchio sempre in bambù molto pratico e utile anche per appoggiare il cibo una volta cotto.

Una volta terminata la cottura lavate sempre i cestelli di bambù senza lasciare passare troppo tempo in particolare se avete preparato pesce e carne, è sufficiente una normale spugna, acqua tiepido calda e una piccolissima dose di sapone.

5 | 1 voto/i

Cestelli di bambù e vapore, le caratteristiche da conoscere - Ultima modifica: 2020-02-22T22:35:21+00:00 da Giuseppe Capano
Cestelli di bambù e vapore, le caratteristiche da conoscere - Ultima modifica: 2020-02-22T22:35:21+00:00 da Giuseppe Capano

Lascia un commento

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome