Frutti rossi per la pressione


Maggio e giugno sono i mesi delle fragole e delle ciliege, deliziosi frutti ricchi di sostanze antiossidanti come i flavonoidi e in particolare le antocianine. Queste ultime sono dei pigmenti colorati che danno il colore rosso-viola anche ad altri frutti come quelli di bosco o le arance rosse. Ebbene, proprio il consumo di vegetali ricchi di antocianine è risultato associato a una riduzione dell’8% del rischio di ipertensione nella popolazione in genere, che diventa del 12% per chi ha più di 60 anni. Questa conferma ci arriva da un recente studio USA pubblicato sul The American journal of clinical nutrition che ha analizzato gli apporti di diverse classi di flavonoidi (come, appunto, le antocianine) nella dieta di oltre 130mila donne e 23mila uomini. Le conclusione sono state che un consumo abituale di antocianine (e di certi tipi di flavonoidi) contenuti nella frutta e nella verdura colorata può contribuire a prevenire la pressione alta. Insomma, una ragione in più per godersi questi meravigliosi frutti…

 

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome