Fare sport fa bene alla linea e anche al cervello


Tutti conosciamo gli effetti salutari esercitati dall’attività fisica regolare, ma che cosa si sa a proposito dei suoi effetti sul rendimento cognitivo? Grosso modo è questa la domanda alla quale hanno cercato di rispondere i ricercatori dell’Università di Harvard. Nelle ricerche effettuate sono state valutate le performance mentali sia durante la pratica di un moderato esercizio di tipo aerobico che dopo. I risultati sono stati incoraggianti: nei soggetti testati sono risultati migliorati i tempi di reazione, la percezione e l’interpretazione delle immagini, e i processi mentali di tipo esecutivo come la capacità di programmare o di coordinare i vari aspetti della vita, ma anche la cosiddetta memoria di lavoro. Le cause  probabilmente sono un maggiore afflusso di sangue al cervello e un’aumentata produzione di neutrotrasmettitori. Gli effetti positivi si prolungano anche dopo un po’ che l’esercizio è terminato. Meglio però non esagerare: se la pratica sportiva si fa troppo faticosa e supera l’ora sarà la stanchezza e non la mente a prevalere. Come sempre: in medio stat virtus

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome