Adolescenti e alcol: attenzione ai film


Vedere bere alcolici sul grande schermo, può stimolare i giovanissimi a fare altrettanto. Almeno così risulterebbe da un recente studio pubblicato su Pediatrics, compiuto da ricercatori provenienti, oltre che dagli USA, da sei nazioni europee (Germania, Gran Bretagna, Islanda, Italia, Olanda e Polonia).  Secondo gli studiosi, l’esposizione al consumo di alcol nei film è associata al cosiddetto binge drinking giovanile (ossia una voglia di bere tanto fino ubriacarsi) a prescindere dalle differenze culturali dei soggetti, come lo stato economico o l'abitudine al bere del contesto familiare o sociale. Al contrario, il fumo  non esercita lo stesso impatto. Lo studio era partito dall’ipotesi che il mostrare alcolici (e relativi marchi) nelle pellicole potesse incoraggiare l’uso di alcol tra i teenager per un effetto di imitazione. Per l’indagine sono stati coinvolti oltre 160mila studenti di 114 scuole pubbliche, con un’età media 13,4 anni. L’esposizione all’alcol è stata misurata considerando i 250 film che dal 2004 al 2009 hanno incassato di più nei paesi presi in esame. E ben l’86% dei film conteneva almeno una scena nel quale compariva l’alcol. Rispetto al fenomeno del binge drinking si è visto che il 27% del campione (20% in Italia) ha consumato più di cinque drink alcolici in almeno un’occasione. E la relazione tra film e binge drinking è risultata decisamente e statisticamente significativa in 5 paesi su 6, Italia inclusa. Purtroppo.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome