Cibo sano e colorato
L’arcobaleno in tavola

Foto di Roberta Rossi Brunori

Riempiamo i piatti di colori, dal viola al giallo, dall’arancione al verde. I vegetali sono pronti a dipingere, per noi, l’immagine di un fisico sano, in forma e protetto dai radicali liberi

Se girando tra i banchi della frutta e della verdura ci facessimo guidare soprattutto dai colori? L’estate è la stagione dei cibi belli, oltre che buoni e salutari, e le colorazioni che li rendono vivaci possono descrivere le azioni che eserciteranno sull’organismo. Prendiamo, ad esempio, il viola: melanzane, mirtilli, fagioli neri, prugne e ciliegie scure contengono antocianosidi. Queste preziose sostanze sono più che semplici antiossidanti visto che proteggono i vasi sanguigni, prevengono la fragilità capillare e diminuiscono l’infiammazione dell’organismo.

E il giallo? Anche per questo splendido colore e per l’arancione è il caso di farne scorta. Melone, peperone, limone, pesca, albicocca, carota e nespola sono ricchi di carotenoidi come luteina e zeaxantina, potenti antiossidanti e precursori della vitamina A, che hanno anche il vantaggio di preservare la vista.

L’onnipresente verde ha in serbo una sorpresa. Grazie a zucchine, cetrioli, lattuga, spinaci e rucola, le buone quantità di folati presenti aiuteranno a mantenere attivo il più importante sistema antiossidante e antietà del nostro organismo, quello della glutatione perossidasi. Fondamentale per proteggersi dall’azione tossica dei radicali liberi. Inoltre, regaleranno ottime dosi di vitamine A, C ed E. Insomma, grazie ai colori serviti a tavola l’estate diventerà ancora più bella!

Gli antiossidanti in numeri

  • 14 anni in meno: in uno studio sulla vitamina C si è scoperto che chi ne aveva alte quantità nel sangue si ammalava di meno, come se fosse stato più giovane di ben 14 anni. Il consumo regolare di vegetali crudi ne garantisce il fabbisogno.
  • 50 milligrammi: è la qualità di zolfo in 100 g di cipolla. Questo elemento è fondamentale per mantenere attivo il sistema antiossidante della glutatione perossidasi. Ne troviamo alte dosi anche nell'aglio e nelle cricifere.
  • 5 colori: consumare frutta e verdura ogni giorno è una buona regola, ma variandone i colori aumenta l'effetto protettivo sulla salute. Nutrirsi di vegetali che abbiano 5 colori fornirà diversi e utili antiossidanti.

Ecco una preparazione versatile perché può rappresentare un antipasto salutare, se si sceglie di realizzarla con peperoni piccoli, oppure un piatto unico completo se si preparano porzioni più grandi.

L’arcobaleno in tavola - Ultima modifica: 2019-07-01T10:04:33+00:00 da Sabina Tavolieri

Lascia un commento

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome