Al supermercato
10 consigli di sicurezza per la spesa e la cucina

donna al supermercato con carrello, con maschera e guanti protettivi anti covid
4.8 | 6 voto/i

Adesso conosciamo meglio il virus: che cosa è importante fare? E quali pratiche in realtà non servono a nulla? Ecco il vademecum, con informazioni e consigli

Rispetto all’inizio della pandemia oggi si hanno più informazioni sul virus e le sue capacità di diffondersi. Possiamo quindi muoverci con maggiore consapevolezza anche al supermercato e in cucina.

Nel cibo non si moltiplica

Sappiamo che il covid si diffonde attraverso le microgoccioline che la persona contagiata emette starnutendo, tossendo, anche solo parlando. Quindi un alimento può risultare contaminato solo indirettamente, se, cioè, il virus si è depositato sulla sua superficie partendo da un malato.

Ma attenzione: in un cibo contaminato, anche se è carne o pesce, il virus non è in grado di svilupparsi (si moltiplica solo in un individuo vivo). Inoltre, se ingeriamo dei virus attraverso cibo su cui si sono posate particelle virali, comunque non si diffondono attraverso l’apparato digerente.

Un certo rischio può esserci invece se si tratta di un prodotto confezionato: se viene manipolato, così come si tocca una qualsiasi altra superficie che è stata infettata, il virus può entrare in contatto con le mani di una persona che quindi rischia di contagiarsi se poi si tocca bocca, naso o occhi, che sono le vie attraverso cui il covid entra nell’organismo.

Da dove arriva il rischio

A questo punto sappiamo che i rischi maggiori non derivano dal consumo di alimenti quanto piuttosto dalla vicinanza con persone infette che possiamo incrociare in giro, e dal contatto con superfici che possono essere infette. Possiamo così avere più chiaro come conviene agire per garantirci quanto possibile una giusta distanza dal covid.

AL SUPERMERCATO

1 – Facciamo la spesa quando c’è poca gente

Anche se si è costretti a far compere nel fine settimana, ci sono ore in cui i negozi sono meno affollati. Inoltre, alcuni supermercati concentrano le azioni di disinfezione la sera: in questi casi, al mattino gli ambienti risulteranno al massimo dell’igiene. E se c’è una signora davanti al banco dove vorremmo prendere il nostro yogurt preferito, piuttosto che starle troppo vicino facciamo un giro e torniamo dopo: il distanziamento sociale è la regola di sicurezza più importante!

2 – Perché non usare le salviette disinfettanti?

Prima di entrare nel negozio ci chiedono giustamente di usare il disinfettante per le mani. Ma come facciamo essere certi della pulizia dell’impugnatura del carrello, o della maniglia del cestello? Può essere utile avere con sé le salviettine disinfettanti, magari anche per aprire gli sportelli dei banchi freezer.

3 – Non tocchiamoci il viso

Che ce ne accorgiamo o no, tendiamo a toccarci il viso in continuazione, e, se abbiamo la mascherina, piuttosto la fronte, i capelli… insomma, facciamoci caso in queste situazioni, controlliamo di più i nostri movimenti.

4 – Diamo la preferenza ai pagamenti elettronici

Le banconote e le monete passano di mano in mano. Se le usiamo, facciamo un giro di gel disinfettante, dopo.

5 – All’uscita, un altro po’ di gel

Per essere certi di restare con le mani pulite.

ARRIVATI A CASA

1 – Acqua e sapone

Come sempre, lavarsi le mani appena entrati!

2 – Disinfettare gli imballaggi?

In studi di laboratorio, il covid è risultato attivo anche fino a 3 giorni su alcuni tipi di materiali. Nel dubbio che i cibi che abbiamo acquistato possano essere stati toccati da persona malata, come prima cosa si possono eliminare gli imballaggi esterni dei prodotti che ne hanno di non indispensabili. Per fugare poi ogni seppur minimo dubbio c’è chi disinfetta tutte le confezioni oppure lascia la spesa non deperibile anche 3 giorni in garage o in sgabuzzino prima di sistemarla in dispensa. Sicuramente importante è lavarsi le mani ancora una volta dopo aver riposto tutta la spesa.

3 – Quando si cucina

Risulteremo ripetitivi, ma lavarsi le mani prima di manipolare il cibo è una regola aurea, covid o non covid!

4 – È sufficiente l’acqua corrente

Quando si consumano cibi crudi, che siano frutta o ortaggi, bisogna lavarli bene sotto acqua corrente. È una pratica igienica che vale più per le normali infezioni alimentari che per il virus, che, come dicevamo all’inizio, non passa dallo stomaco al resto dell’organismo. Non serve quindi usare disinfettanti che, anzi, rischiano di lasciare residui sui cibi, se non sciacquati adeguatamente.

5 – Non aiuta stracuocere!

Per i cibi cotti il problema è poco importante, perché il virus si inattiva se trattato per soli 4 minuti a 63 gradi, quindi molto al di sotto del punto di ebollizione dell’acqua. Quindi stracuocere i cibi non ha alcuna utilità, contro il covid.

 

4.8 | 6 voto/i

10 consigli di sicurezza per la spesa e la cucina - Ultima modifica: 2020-08-27T07:18:40+02:00 da Venetia Villani
10 consigli di sicurezza per la spesa e la cucina - Ultima modifica: 2020-08-27T07:18:40+02:00 da Venetia Villani

Lascia un commento

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome