Ridurre gli imballaggi? Si può, marchiando l’ortoftutta con il laser


50 tonnellate di imballaggio in meno grazie allo smart branding, che Edeka utilizza su frutta e verdura biologiche al posto delle etichette

Il retailer tedesco Edeka ha annunciato l’intenzione di espandere il progetto di marchiatura a laser delle referenze di ortofrutta biologicainforma “Fresh Point Magazine” - per ridurre ancora di più l’utilizzo di etichette e di plastica nel packaging.

Il progetto “smart branding“, secondo Edeka, permetterà di risparmiare circa 50 tonnellate di imballaggio per il packaging che, per quanto possibile, è già ridotto al minimo sulla frutta e verdura biologica.

I primi prodotti che hanno beneficiato della marchiatura a laser sono stati mango, zenzero, patata dolce e cocco, in questa seconda fase smart branding si espanderà anche ad avocado, kiwi, cocomeri, zucche, agrumi e cetrioli.

Il laser ad alta risoluzione intacca solo in minima parte i pigmenti sul guscio esterno e il frutto non risulta danneggiato, mantenendo le sue caratteristiche di gusto durata e aspetto esteriore.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome