“Cerchiamo aziende biologiche con esperienze nella ricerca e nell’innovazione”


Il 28 e 29 maggio, nell’ambito di Expo 2015, la Commissione europea sta organizzando una conferenza su “Produzione biologica, ricerca e innovazione: fissare le priorità per il futuro”. Gli organizzatori invitano i ricercatori e, soprattutto, le aziende a partecipare attivamente alla conferenza presentando le loro esperienze nella ricerca e nell’innovazione

Il 28 e 29 maggio, nell’ambito di Expo 2015, la Commissione europea sta organizzando una conferenza su “Produzione biologica, ricerca e innovazione: fissare le priorità per il futuro”. Ne dà notizia una nota della Commissione stessa. Gli organizzatori invitano i ricercatori e, soprattutto, le aziende, a partecipare attivamente alla conferenza presentando le loro esperienze nella ricerca e nell’innovazione e contribuendo a definire le priorità per il futuro in questo campo. Joao Onofre del gruppo che si occupa di agricoltura biologica nella Commissione Europea ha detto: “Stiamo cercando agricoltori biologici o consulenti di aziende biologiche interessati a partecipare attivamente alla Conferenza. Essi contribuiranno a definire le priorità della ricerca e dell’innovazione nel settore biologico”.

Coloro che desiderano partecipare devono manifestare il loro interesse scrivendo a questo indirizzo di posta elettronica AGRI-B4@ec.europa.eu indicando:
- il paese di provenienza, indirizzo ecc.
- il settore di attività (produzioni vegetali, produzioni animali, prodotti freschi o trasformati)
- la dimensione dell’azienda
- in che modo pensano di contribuire alla ricerca e all’innovazione
Le proposte di partecipazione debbono arrivare entro il 25 marzo e tutti riceveranno una risposta entro il 31 marzo. Coloro che saranno scelti per partecipare riceveranno un invito ufficiale. Tutti i costi di viaggio e di soggiorno a Milano saranno coperti dalla Commissione Europea.

La conferenza dovrà fare luce sui bisogni e le priorità della ricerca nel settore dell’agricoltura biologica e dovrà fornire i necessari input alla Commissione Europea per sviluppare le sue politiche della ricerca e dell’innovazione in questo settore.
Oltre alla sessione plenaria, ci saranno cinque sessioni parallele sui seguenti temi:
1. le produzioni vegetali, incluse le questioni del suolo e della difesa delle piante
2. i semi
3. le produzioni animali, inclusi la riproduzione, l’alimentazione, l’acquacoltura
4. la lavorazione dei cibi e dei mangimi
5. i mezzi per stimolare lo scambio di conoscenze.

Per la sessione plenaria saranno disponibili le traduzioni simultanee in inglese, francese, tedesco e italiano, mentre nelle sessioni parallele la sola lingua sarà l’inglese. Perciò i partecipanti dovranno essere in grado di comunicare in questa lingua.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here