Grazie alla sostituzione del semolino con la saporita farina di mais fioretto, l’impasto del napoletano migliaccio diventa una specialità senza glutine e, grazie al latte di mandorla e alla ricotta di capra, assume un gusto particolare e delicato

Voti: 0
Valutazione: 0
You:
Rate this recipe!
Vota la ricetta
Per poter creare il tuo menu devi effettuare l'accesso.
Aggiungi al menu
Per poter creare la tua lista della spesa devi effettuare l'accesso.
Aggiungi alla lista della spesa
Per poter creare la lista delle tue ricette preferite devi effettuare l'accesso.
Aggiungi alle ricette preferite
Stampa la ricetta
Stampa
Difficoltà: media
20 minuti di preparazione
70 minuti di cottura
Impatto glicemicoalto
250 chilocalorie

Ingredienti

Per
persone
Unità di misura

Istruzioni

  1. Versate il latte di mandorle e l'acqua in un pentolino e fateli scaldare a fiamma medio-alta. Aggiungete una noce di burro, le stecche di cannella, un pizzico di sale e a pioggia la farina di mais, mescolate e lasciate sobbollire per 5-6 minuti, fino a quando la farina sarà cotta. Levate dal fuoco, eliminate le stecche di cannella e lasciate raffreddare completamente.
  2. Lavorate la ricotta setacciata con lo zucchero fino a ottenere un composto cremoso. Aggiungete la scorza precedentemente grattugiata dell'arancia e la grappa, poi rompetevi un uovo alla volta. Quando il composto sarà ben amalgamato, unite il mais raffreddato.
  3. Distribuite l'impasto in una tortiera già imburrata e infarinata da 20-24 cm di diametro e infornate a 180 °C per circa un'ora. Lasciate raffreddare il dolce nel forno prima di levarlo dallo stampo. Se piace, potete servirlo con una leggera spolverata di zucchero a velo.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome