Come lo conservo
Le pere nel vasetto

5 | 1 voto/i

Se fresche sono già un dessert naturale, una volta sciroppate oppure trasformate in conserva le pere diventano assolutamente irresistibili!

Frutti dalle tante proprietà e ottime virtù, le pere rinfrescano e nutrono, sono ottime da sole e sono perfette per preparazioni sia ricette dolci che salate. Ma una volta finita la loro stagione come si può fare per gustare ancora la loro naturale dolcezza? Semplice, basta metterle nel vasetto e conservarle per i momenti in cui non sono disponibili!

Ecco 2 ricette semplicissime per prepararle sciroppate e sotto forma di confettura.

Pere sciroppate con zucchero di cocco, anice stellato e alloro

Per 2 vasetti da 350 ml : 500 g di pere williams, 100 g di zucchero di cocco o mascobado, 2-3 foglie di alloro, 2 bacche di anice stellato, il succo di mezzo limone

1. Portate a ebollizione una pentola con mezzo litro d’acqua, lo zucchero e l’anice stellato.

2. Pulite bene le pere, dividetele in 4 spicchi, eliminate i semi e bagnatele subito con il succo di limone.

3. Abbassate il fuoco al minimo e tuffate le pere nell’acqua a bollore. Coprite con un coperchio e fate cuocere le pere per almeno 5-10 minuti, fino a renderle tenere ma ancora leggermente consistenti all’interno.

4. Scolate le pere con una schiumarola e trasferitele nei vasetti già sterilizzati. Lasciate sul fuoco la pentola fino a quando il liquido di cottura sarà ridotto di almeno la metà. Quindi versatelo bollente nei vasi con le pere, unendo anche l’alloro e le bacche di anice stellato.

5. Chiudete i vasetti molto bene, sistemateli in una pentola coperti d’acqua fredda, coprite con un coperchio e portate a ebollizione. Da questo momento calcolate 20 minuti di sterilizzazione a calore medio. Lasciate raffreddate i vasi nella stessa acqua, poi asciugateli con cura e mettete le pere a riposare in un ambiente fresco oppure (in mancanza) nella parte bassa del frigorifero.

Confettura di pere allo zenzero fresco

Per un vaso da 450 ml: 600 g di pere (preferibilmente decana), 180 g di zucchero di canna, mezzo limone, 1 cucchiaio di zenzero fresco grattugiato

1. Lavate e asciugate le pere. Se sono biologiche eliminate con un pelapatate circa la metà della buccia, altrimenti pelatele completamente. Dividetele a metà, eliminate semi e piccioli, poi affettatele e bagnatele subito con il succo del limone.

2. Versate le pere in una casseruola e mescolatele con lo zenzero e lo zucchero. Mettete sul fuoco a calore medio, portando rapidamente a ebollizione il composto. Abbassate la fiamma e, mescolando spesso, proseguite la cottura per 30-35 minuti (a seconda della consistenza iniziale il tempo può variare).

3. Levate la confettura dal fuoco quando raggiunge una densità corretta. Per capirlo versatene mezzo cucchiaino in un piatto e aspettate 5 minuti, quando inclinando il piatto rimane solida senza scivolare, se non lentamente, allora è pronta.

4. Versate la confettura bollente nel vaso già sterilizzato e chiudetelo bene. Poi mettetelo in una pentola col coperchio e ricopritelo d’acqua fredda, portate a bollore e proseguite per 20 minuti a calore medio. Lasciatelo raffreddare nella stessa acqua, quindi asciugatelo ed etichettatelo.

Come lo conservo
Sistemate la confettura in un luogo fresco e lasciatela riposare per un mese prima di consumarla; chiusa si mantiene per 4-5 mesi. Una volta aperta, tenetela in frigo e consumatela in una settimana.

 

 

 

5 | 1 voto/i

Le pere nel vasetto - Ultima modifica: 2020-10-13T08:48:51+02:00 da Giuseppe Capano
Le pere nel vasetto - Ultima modifica: 2020-10-13T08:48:51+02:00 da Giuseppe Capano

Lascia un commento

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome