Nessuno spreco
Lattuga romana, si mangia tutta!

lattuga
5 | 1 voto/i

Sapete che in media circa un terzo delle foglie di lattuga viene buttato perché considerate troppo consistenti e scure? Un vero peccato, sia per il portafogli che per la salute, visto che le parti esposte alla luce sono le più ricche di folati e antiossidanti. Scopriamo, allora, come trasformare dei potenziali scarti in ottimi ingredienti

Nessuno spreco in cucina, questa è una regola da rispettare! Quando comprate la buonissima lattuga romana non gettate le sue foglie esterne perché sono fantastiche da utilizzare per preparare ricette sfiziose e ricche di proprietà benefiche per la salute. E ve lo dimostriamo...

3 ricette

Insalata agrodolce con lattuga romana al peperoncino

Per 4 persone: 500 g di lattuga romana, 2 carote, 50 g di olive nere morbide, 40 g di mandorle, 1 cucchiaio di capperi sotto sale, 1 cucchiaio di uvetta, 2 spicchi d’aglio, 1 peperoncino fresco, 1 limone, olio e. v. d’oliva, sale, pepe rosa.

Advertisement

1. Mettete a dissalare i capperi in una tazza d’acqua. A parte lasciate rinvenire l’uvetta in acqua tiepida per una ventina di minuti.

2. Staccate tutte le foglie esterne e coriacee della lattuga e affettatele per il lungo.

3. Tritate l’aglio insieme al peperoncino, già privato da semi e pellicina interna. Mescolate in una padella il trito con 2-3 cucchiai d’olio e scaldatelo per un paio di minuti, quindi unite le foglie affettate di lattuga e lasciatele appassire. Unite i capperi tritati grossolanamente e l’uvetta scolata, aumentate la fiamma al massimo e proseguite per alcuni minuti, fino a quando la lattuga sarà cotta ma ancora un po’ croccante
(non salate).

4. Affettate finemente le foglie restanti della lattuga, poi riducete in julienne le carote. Mescolate i due ortaggi in una ciotola e conditeli con un pizzico di sale, una spruzzata di succo del limone, le olive snocciolate e uno-due cucchiai d’olio.

5. Disponete l’insalata al centro dei piatti e contornatela con la lattuga ormai tiepida. Completate con una macinata di pepe rosa e le mandorle ridotte in piccole scaglie.

Risotto alle vongole con lattuga romana

Per 4 persone: 350 g di riso vialone nano (o altro riso per risotti), 800 g di vongole fresche,
350 g di lattuga romana, 3 cipollotti, 4 foglie d’alloro, 1 mazzetto piccolo di prezzemolo, 120 ml di vino bianco, olio e. v. d’oliva, sale, pepe

1. Tagliate i gambi del mazzetto di prezzemolo e metteteli da parte. Quindi tritate finemente le foglie. Ricavate anche la parte verde dei cipollotti e affettatela.

2. Staccate le foglie esterne della lattuga, spezzettatele e mettetele in una pentola insieme a 1,5 l d’acqua, l’alloro, la parte verde dei cipollotti e i gambi di prezzemolo. Portate a ebollizione, salate poco, coprite e lasciate cuocere per 25 minuti.

3. Tritate finemente il bulbo dei cipollotti, mettetene la metà in una padella con uno-due cucchiai d’olio e fate rosolare per 5 minuti scarsi. Aggiungete il prezzemolo tritato e le vongole, facendole aprire completamente a fuoco alto. Quindi levate dal fuoco e lasciate intiepidire.

4. Sgusciate le vongole, tenendone alcune intere per la decorazione, poi filtrate il profumato fondo di cottura e unitelo al brodo in cottura.

5. Rosolate dolcemente in una casseruola per risotti il trito di cipollotti rimasto con 2-3 cucchiai d’olio, unite la restante lattuga affettata fine e lasciatela insaporire per 2-3 minuti.

6. Unite il riso, fatelo brevemente tostare e poi sfumate con il vino. Quindi versate poco per volta il brodo (filtrato e tenuto su fuoco minimo) proseguendo la cottura come per un normale risotto. Due-tre minuti prima di levare dal fuoco, unite le vongole sgusciate e poi aggiustate il sale.

7. Distribuite il risotto nei piatti e completate con una macinata di pepe e le vongole intere.

Rotolo integrale con lattuga romana, patate e pecorino

Ingredienti per 4 persone: 200 g di farina integrale, 400 g di lattuga romana, 250 g di patate novelle, 150 g di pecorino a media stagionatura, 1 uovo, 2 spicchi d’aglio, olio e. v. d’oliva, sale, pepe.

1. Ricavate dalla lattuga le foglie esterne e spezzettatele. Poi mettetele in una pentola con poca acqua e cuocetele per circa 5 minuti. Strizzatele bene e tritatele finemente con un coltello (non usate il mixer).

2. Formate la fontana con la farina e nel centro unite il trito di lattuga, l’uovo, un pizzico di sale e di pepe. Versate inizialmente 30-40 g d’acqua e impastate il tutto in modo da ottenere una pasta omogenea. Se necessario unitene dell’altra (dipende da quanta acqua è rimasta nella lattuga). Avvolgete l’impasto nella pellicola da cucina e lasciatelo riposare in frigorifero per 30 minuti.

3. Riducete le patate in rondelle spesse 3-4 mm (decidete se lasciare o no la buccia) e cuocetele al vapore: serviranno una decina di minuti.

4. Tritate l’aglio e rosolatelo velocemente in una padella con 2-3 cucchiai d’olio, quindi aggiungete la restante lattuga affettata grossolanamente. Salatela e cuocetela a calore vivace per 5 minuti. Lasciate raffreddare.

5. Stendete sottilmente l’impasto allo spessore di uno-due millimetri, formando un rettangolo. Adagiatevi sopra la lattuga saltata, le rondelle di patata e il pecorino tritato in modo grossolano. Arrotolate il tutto, sigillando i bordi del rotolo e disponendolo in una teglia rivestita con carta da forno. Battete un cucchiaio abbondante d’olio con 2 cucchiai d’acqua e un pizzico di sale, poi spennellate con l’emulsione la superficie del rotolo.

6. Infornate a 180 °C per 30 minuti circa. Lasciate intiepidire il rotolo prima di servirlo a fette.

 

Pesto di lattuga, facile e buono

1. Tritate le foglie di lattuga scartate o un po’ invecchiate con un po’ d’aglio. Versatele nel mixer, poi unite qualche gheriglio di noce, del pecorino e iniziate a tritare ricavando una base grezza e asciutta.

2. Unite a questo punto del basilico fresco e continuate a tritare a impulsi, fino ad amalgamarlo del tutto, poi salate leggermente.

3. Trasferite il composto in una ciotola e versate il poco olio necessario per ottenere un pesto denso.

4. Potete conservare la salsa, ben coperta d’olio, per 3-4 giorni oppure nel freezer fino a 2 mesi.

5 | 1 voto/i

Lattuga romana, si mangia tutta! - Ultima modifica: 2022-06-21T08:00:54+02:00 da Giuseppe Capano
Lattuga romana, si mangia tutta! - Ultima modifica: 2022-06-21T08:00:54+02:00 da Giuseppe Capano

Lascia un commento

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome