Tecnologia e ambiente
Le app per vivere “green”

4.5 | 2 voto/i

Oggi, si sa, c’è una app per tutto. E per condurre una vita eco-friendly i download da effettuare sono sei… Scopriamoli!

Tra le innumerevoli azioni che si possono compiere attraverso lo schermo del proprio smartphone ci sono anche quelle che permettono di vivere nel modo più sostenibile possibile. In un mondo in cui cresce sempre di più la consapevolezza di quanto sia importante ridurre la propria “impronta” sul pianeta, la tecnologia può venire quindi in aiuto. Ad aver raccolto una selezione di app utili per adottare sistematicamente atteggiamenti e azioni quotidiane che rispettino al 100% l’ambiente è stata Trainline, app di spicco in Europa che propone una piattaforma indipendente per viaggiare in treno e pullman, quindi in modo sostenibile.

In giro solo con treni e pullman

Advertisement

Il trasporto pubblico rappresenta un’alternativa più sostenibile all’uso di mezzi privati: in media, a parità di distanza percorsa, un treno produce un decimo dell’anidride carbonica prodotta da un’automobile.

Lo sa bene Trainline, l’app che offre la possibilità di comparare i prezzi e acquistare direttamente dal proprio smartphone i biglietti di treni e pullman in Italia e in Europa, scegliendo tra 260 vettori operanti in 45 Paesi. Inoltre, con la funzione “Orari Live” è possibile monitorare in tempo reale lo stato del treno ed eventuali ritardi.

 

 

 

 

 

Piantare alberi con le ricerche online

Ogni giorno vengono effettuate circa 4,5 miliardi di ricerche sul web. Come convertire questo impressionante numero in benefit per l’ambiente? La risposta arriva da Ecosia, un browser a impatto positivo sull’ambiente e motore di ricerca che utilizza i propri profitti per piantare alberi nelle zone del mondo in cui è più alta tale necessità. I risultati delle ricerche includono pubblicità ed i relativi click degli utenti generano guadagni che vengono investiti per piantare nuovi alberi. A chiudere il cerchio sono i server Ecosia alimentati al 100% da energia solare. Una curiosità: solo ad agosto 2019 sono stati investiti per piantare nuovi alberi più di 850mila euro.

 

 

 

 

 

 

Separare i rifiuti impeccabilmente

Prestare massima attenzione alla raccolta differenziata è fondamentale per ridurre il proprio impatto sull’ambiente; a volte, però, non è così immediata e semplice la pratica della corretta separazione dei rifiuti domestici. E qui entra in gioco Junker, un’applicazione che aiuta gli utenti a differenziare in modo corretto la spazzatura. L’app utilizza la fotocamera dello smartphone: è sufficiente inquadrare il codice a barre del prodotto per sapere esattamente in quale contenitore buttarlo, contribuendo a salvare l’ambiente ed evitando multe salate.

 

 

 

 

 

Una community globale

Condividere i propri impegni e scambiarsi consigli sostenibili è possibile grazie a GreenApes, una community globale che premia lo stile di vita green: compiendo azioni positive per l’ambiente, si guadagnano BankoNuts, le “monete della giungla” che possono essere spese per acquistare i prodotti ecologici offerti dalle aziende partner della piattaforma. Inoltre, tramite l’app è possibile condividere le proprie storie e i propri consigli di sostenibilità con l’obiettivo di ispirare la community verso uno stile di vita sempre più eco-friendly.

 

 

 

 

 

 

Borraccia sempre piena

Attuale, trendy e sempre più utilizzata, la borraccia riutilizzabile è un accessorio che sta diventando indispensabile per mostrare e concretizzare la propria volontà di proteggere l’ambiente dalla plastica e dallo spreco. E per non lasciare mai “a bocca asciutta” gli utilizzatori “green”, la app Fontanelle d’Italia indica dove si trovano i punti dove riempire la borraccia, tenendo traccia della loro posizione su una pratica mappa che gli utenti possono aggiornare per fornire informazioni sempre più precise.

 

 

Stop allo spreco di cibo

I prodotti freschi, se non utilizzati, diventano velocemente rifiuti. La app Too Good To Go permette di acquistare una “Magic Box” che contiene cibo proveniente da ristoranti, alberghi, supermercati e piccoli negozi di alimentari di quartiere che, essendo rimasto invenduto, sarebbe destinato a diventare un rifiuto. Con pochi euro si possono ricevere ingredienti ma anche piatti pronti di esercizi della zona, evitando così gli sprechi di cibo.

 

 

 

 

 

 

 

4.5 | 2 voto/i

Le app per vivere “green” - Ultima modifica: 2019-10-30T10:53:06+01:00 da Redazione
Le app per vivere “green” - Ultima modifica: 2019-10-30T10:53:06+01:00 da Redazione

Lascia un commento

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome