La più grande fiera del bio
Biofach: biologico sempre più diffuso

I numeri del biologico mondiale presentati alla fiera Biofach, a Norimberga

i prodotti novità esposti al Biofach 2020
5 | 1 voto/i

I numeri del biologico mondiale presentati alla fiera Biofach, a Norimberga

Il 2018 è stato un altro anno da record per il biologico mondiale che cresce per fatturato, numero di aziende e superfici coltivate. Lo dicono i numeri presentati dall’Istituto svizzero FIBL e da IFOAM (International Federation of Organic Agriculture Movements), in occasione di Biofach, la fiera internazionale del bio in corso a Norimberga fino al 15 febbraio.

Nel rapporto The World of organic agriculture, basato su dati 2018, si rilevano oltre 97 miliardi di euro di fatturato complessivo, 2,8 milioni di produttori e 71,5 milioni di ettari coltivati con i metodi dell’agricoltura biologica. Buono anche l’andamento della cosmesi naturale e biologica, secondo Ecovia, il volume d’affari mondiale ha raggiunto 11,8 miliardi di dollari nel 2019.

“Il biologico è un fenomeno mondiale fondamentale per l’agricoltura e l’alimentazione – commenta Fabrizio Piva, amministratore delegato CCPB –. Il bio rappresenta un modello consolidato di sviluppo sostenibile: riesce infatti a rinnovare il meglio della tradizione attraverso la ricerca e la sperimentazione”. Altra conferma è il ruolo da protagonista giocato dall’Italia che vanta ottimi risultati in su tutti gli ambiti: dalla produzione e le superfici coltivate, fino ai consumi e all’export. Dove l’Italia ha ancora margine è nel mercato interno, la quota di mercato del bio è ancora al 4%, mentre la spesa pro capite è inferiore ai 100 euro, lontana dai 136 e 132 di Francia e Germania.

stand CCPB al Biofach2020CCPB, ente di certificazione specializzato nell’agricoltura biologica e sostenibile, a testimonianza del suo continuo impegno è presente a Biofach con un doppio stand: aree food (pad. 4-511) e cosmesi (pad.3C-270).

Biofach: biologico sempre più diffuso - Ultima modifica: 2020-02-13T17:26:22+00:00 da Redazione

Lascia un commento

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome