Nella grande distribuzione cresce del 16% la vendita di prodotti biologici


E’ uno dei dati che l'Osservatorio Sana 2017 presenterà nel corso della giornata di apertura del Salone internazionale del biologico e del naturale nel convegno"Tutti i numeri del bio italiano". Ad inaugurare la sezione convegnistica del Sana sarà invece la discussione su "Quale regolamento per potenziare la crescita del biologico europeo?"

E' pari al 16% l'incremento delle vendite al dettaglio di alimenti biologici nell'anno terminante a giugno 2017. Il dato – si può leggere in un articolo su Italia Fruit - è stato anticipato dal Sana, il salone internazionale dell'alimentazione biologica e naturale in programma a Bologna Fiere da venerdì 8 a lunedì 11 settembre. La prima giornata fieristica vedrà nel Centro Servizi (Sala Notturno -  Blocco D, 1° piano) la presentazione dell'Osservatorio Sana 2017 "Tutti i numeri del bio italiano" (ore 14,30-16), curato da Nomisma in collaborazione con Sinab, Mipaaf e Ismea, e sostenuto con il patrocinio di FederBio e Assobio. Ed ecco allora che, in vista di questo importante appuntamento, gli organizzatori di Sana hanno snocciolato una serie di nuovi dati Nielsen che rilevano, anche per l'ultimo anno terminante a giugno, una crescita a doppia cifra delle vendite di cibi bio per quanto riguarda le superfici della Gdo italiana.
La società di ricerca registra, per l'appunto, un +16% rispetto al +19,7% - per un valore di 1,27 miliardi di euro - rilevato nell'anno terminante a marzo 2017. Al contempo continuano ad aumentare le famiglie che acquistano prodotti bio almeno una volta all'anno (oltre 20 milioni). Tutte le maggiori catene di supermercati vantano linee di prodotti bio a marchio proprio, che sono in continuo sviluppo: +30% delle referenze il numero di referenze medie nell'ultimo anno.
Ulteriori approfondimenti sulle statistiche aggiornate di Nielsen saranno proposti il 9 settembre in occasione del convegno "Attenti a quei due. Il mercato biologico nel canale specializzato e nella Gdo", organizzato da Assobio (15-18) in Sala Notturno. Sul fronte dei Paesi esteri, invece, l'Ice terrà una serie di incontri nel Padiglione 32, in Sala International, per fare il punto sui mercati di Corea, Croazia, Iran, Regno Unito, Scandinavia e Ungheria.
Oltre a valutare i nuovi trend del biologico in Italia, l'Osservatorio Sana di quest'anno focalizzerà l'attenzione sui prodotti pensati per i consumi di vegetariani e vegani. Saranno illustrati i risultati dell'indagine sugli italiani per analizzare l'importanza dell'attributo "biologico" per i prodotti della categoria veggie, allo scopo di comprenderne le motivazione di acquisto principali e il profilo del consumatore-tipo.
L'Osservatorio 2017 sarà illustrato nei dettagli a seguito del convegno inaugurale "Quale regolamento per potenziare la crescita del biologico europeo?" (ore 11-13), organizzato da FederBio nel Centro Servizi (Sala Concerto - Blocco D, 1° Piano). Nell'occasione i rappresentanti delle principali organizzazioni europee del settore si confronteranno con il Mipaaf su vision e quadro normativo per il conseguimento del nuovo regolamento sul biologico. E' prevista la partecipazione del ministro Maurizio Martina, in attesa di conferma. Relazioneranno: Marco Momoli, direttore commerciale di Bologna Fiere; Paolo De Castro, vicepresidente della commissione Agricoltura e sviluppo rurale del Parlamento Europeo (contributo video); Fiona Marty, responsabile Affari europei della Fédération nationale d'agriculture biologique (Francia); Antje Kölling, responsabile Politiche e Relazioni esterne di Demeter (Germania); Miriam Van Bree, responsabile Politiche di interesse comune di Bionext (Olanda), Eduardo Cuoco, direttore di Ifoam Eu, Roberto Zanoni, presidente di AssoBio; Paolo Carnemolla, presidente di FederBio; e Maria Teresa Bertuzzi, relatrice del Ddl Agricoltura Biologica al Senato della Repubblica.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here