Lo coltivo da me
La magia del cosmos

5 | 4 voto/i

Alti, colorati, dall’aspetto delicato, i cosmos sono in realtà una specie di fiori abbastanza facili da coltivare che però portano con sé tutta la magia dell’estate

Un cosmos è pura poesia. Per le foglie leggere e piumose, per i colori pastello dei fiori, per l’altezza (da 80 centimetri a un metro e mezzo) che li fa ondeggiare al primo alito di vento. Una magia che inizia a sbocciare a fine primavera per proseguire fino all’autunno. Per massimizzare la fioritura il segreto è tagliare i fiori prima che appassiscano. Tra l’altro sono molto belli anche da recisi. In estate potete fare mazzi campagnoli, unendoli a fiori di campo e spighe di vario tipo. Per farli durare di più, eliminate tutte le foglie che andrebbero sotto il pelo dell’acqua.

Nonostante l’aspetto delicato sono piante resistenti, che si riseminano da sole soprattutto se messe in giardino. Così ogni anno ricrescono, spesso diverse dall’originale. Tendono infatti a ibridarsi da sole e a creare varietà sempre un po’ diverse. In vaso questo succede difficilmente, bisogna piuttosto raccogliere i semi. Basta lasciar appassire i fiori sul gambo. Quando saranno quasi secchi, si mettono interi in un sacchetto di carta e si conservano in un posto fresco e asciutto. L'anno prossimo troverete sul fondo del sacchetti tanti semini neri. Potrete piantarli in casa a febbraio, all'aperto a maggio.

Advertisement

Scegliete il vostro cosmos

La specie di gran lunga più utilizzata è il cosmos bipinnatus di cui esistono innumerevoli varietà, in tutte le tonalità del bianco, rosa, rosso e perfino giallo. Anche la forma del fiore è mutevole, in natura è a forma di margherita, ma le ultime varietà hanno forma di coppa, corolle doppie, o pon-pon centrali. Per questo l'ideale è mischiare un po' di tipi diversi e vedere cosa succede. Il bipinnatus non è l'unica specie, anche se la famiglia dei cosmos non è molto numerosa. Una varietà che piace molto è il cosmos sulfureus che è proprio color giallo zolfo, molto carico. È molto energetica ed è anche un’ottima pianta tintoria, in grado di tingere di giallo molti tipi di tessuto. Ultimamente è diventato famoso anche il cosmos atrosanguineus, che ha un colore fra il marrone e il rosso scuro ed è famoso per avere il profumo che ricorda il cioccolato. Il polidor invece ha fiori più piccoli arancioni e gialli e foglie più spesse.

La coltivazione

Posizione
Amano il pieno sole, ma non disdegnano qualche ora di ombra in piena estate, specie sui terrazzi.

Terreno
Non sono esigenti in fatto di terreno, in giardino si ambientano un po’ ovunque, in vaso basta un buon terriccio universale.

Acqua
In piena terra dopo le prime settimane diventano quasi autonomi e vanno bagnati solo in caso di siccità. In vaso invece è necessario innaffiare quando il terreno è asciutto.

Fertilizzanti
In genere non ne hanno bisogno, ma può capitare specie se sono in vaso che la fioritura sia stentata. Allora può essere utile un concime organico non troppo forte, come la cornunghia, che è anche a lenta cessione.

Per una fioritura abbondante
Tagliate i fiori prima che appassiscano.

Per averli anche l’anno prossimo
Raccogliete i semi. A fine stagione si lasciano appassire i fiori sul gambo. Quando saranno quasi secchi, si mettono interi in un sacchetto di carta e si conservano in un posto fresco e asciutto. L'anno prossimo troverete sul fondo del sacchetti tanti semini neri. Potrete piantarli in casa a febbraio, all'aperto a maggio.

Come valorizzarli

I cosmos danno il meglio di sé in piena terra. Vanno messi in compagnia di fiori altrettanto alti e leggeri come la verbena bonariensis, o la gaura, in primo piano possono invece esserci verbene e margheritone. L’ideale è mischiare  le varietà tradizionali a quelle più nuove come la cupcakes che ha l'esatta forma dei pirottini per i dolcetti, o la pied piper che al posto di ogni petalo ha una campanella.

Stanno bene anche nell’orto come bordura insieme alle zinnie, dietro nasturzio e tagete.

Potete ricreare anche sul terrazzo la poesia dei fiori che si muovono al vento purché in un vaso grande e lungo. Di grande impatto è l'accostamento con le graminacee, alternando i fiori ai fili d'erba della stipa tenuissima o alle pannocchie aeree della calamagrostis. Scegliete cosmos di varietà nane come la lemonade o l'antiquity che non crescono più di 80 centimetri.

 

5 | 4 voto/i

La magia del cosmos - Ultima modifica: 2021-08-20T08:34:50+02:00 da Sabina Tavolieri
La magia del cosmos - Ultima modifica: 2021-08-20T08:34:50+02:00 da Sabina Tavolieri

Lascia un commento

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome