Lo coltivo da me
I gerani non possono mancare

Foto: Pelargonium for Europe
4.6 | 5 voto/i

Quella dei gerani è come una famiglia allargata con tantissimi componenti, ce ne sarà sicuramente qualcuno che tocca le vostre corde. Ecco i più intriganti e le cure per farli felici

Che siano i classici gerani zonali, gli imperiali o quelli odorosi sono da sempre i protagonisti di balconi e terrazzi. Fioriscono per tutta la stagione e hanno bisogno di poche cure. In più le ultime varietà sono talmente belle che lasciano a bocca aperta. Ecco le cure per farli felici e una carrellata delle varietà più belle

Di cosa hanno bisogno

Vaso
Quando li comprate trapiantateli in un vaso più grande, almeno 20 centimetri, e create un substrato ad hoc mixando terriccio universale e terra per piante grasse in parti uguali.

Posizione
Hanno bisogno di sole, l'ideale sono 5-6 ore al giorno. Se avete un balcone all'ombra fioriranno poco o nulla.

Acqua
Bagnate abbondantemente, ma solo a terreno asciutto. In luglio e agosto vanno a riposo per il troppo caldo, perciò riducete le innaffiature o le radici rischiano di marcire.

Concime
In primavera e in autunno aggiungete all'acqua un fertilizzante liquido per piante fiorite.

Cimatura
Impedite alla pianta di crescere troppo tagliando la cima dei rami, così la manterrete folta e piena.

Malattie
Negli ultimi anni sono perseguitati dalla farfallina del geranio (Cacyreus marshalli), un insetto africano che può portarli alla morte. Quando li comprate perciò verificate che le foglie siano belle e che nei fusti non ci siano buchi, i bruchi mangiano la pianta dall'interno. Una volta a casa tenete lontana la farfalla con prodotti a base di olio di neem o di assenzio. E se vedete dei buchi sui fusti eliminate subito la parte malata.

In autunno
Con i primi freddi, eliminate foglie e fiori secchi e potate la chioma della metà. Riducete progressivamente le innaffiature fino a sospenderle del tutto in inverno. Se vivete al nord, mettete il vaso al riparo coperto con tessuto non tessuto.

Quali varietà scegliere

1 Se volete stupire decidete per gli imperiali

Hanno davvero un portamento regale e poi sono alti più o meno 60 centimetri. Anche i fiori sono maxi e di tantissime gradazioni di colore. Come questa varietà, My-chance, con una tonalità cremisi scuro, che schiarisce verso il centro. Ha uno stelo molto lungo ed è ottimo come fiore reciso. Richiede un vaso da 30 centimetri e sboccia ininterrottamente da aprile a luglio.

 

2 Se siete romantici scegliete i Rosebud

Sono come i comuni gerani zonali, ma hanno avuto una mutazione naturale che è stata salvata e riprodotta. Hanno i fiori doppi e l'effetto è quello di un bouquet di roselline. Le cure sono le stesse dei tradizionali gerani e anche le dimensioni sono abbastanza piccole. Un vaso da 24 centimetri di diametro è sufficiente.

 

3 Se li volete profumati scegliete il geranio odoroso

A seconda delle specie la fragranza può essere agrumata, floreale, o speziata. Quella di Orange Fizz (nella foto) ha un frizzante profumo di agrumi. A noi sembra celestiale ma gli insetti lo odiano, così la pianta si difende da sola e difende anche te. Sono varietà alte anche più di un metro che fioriscono soprattutto in primavera. Al Sud si piantano in giardino, al Nord invece meglio un vaso da 30-40 centimetri di diametro.

 

4 se li vuoi strani prendi gli stellar

Sia i fiori che le foglie sono appuntiti e a forma di stella. E sono famosi per la loro fioritura abbondantissima e lunghissima, che va dalla primavera all'inverno. Hanno colori luminosi come questa varietà, Little Spikey, bianca con flash rosso acceso. Non sono particolarmente grandi, un vaso da 26 centimetri è sufficiente per loro.

 

5 Se hai un balcone a nord scegli le foglie

Ci sono specie di gerani che hanno foglie bellissime e sono decorativi anche se fioriscono poco. A volte superano i fiori in bellezza e non sfioriscono mai. Se vuoi creare una macchia colorata sul balcone, scegli la varietà nana Vancouver Centennial (nella foto). Altrettanto belle sono le foglie tricolori del geranio zonale Filigree, che creano un arcobaleno dove si alternano il giallo, il verde, il marrone e il rosso. Se desideri un cespuglio particolare, punta invece sul geranio tomentosum: ha foglie vellutate e grigioverdi che sprigionano un profumo di menta.

 

 

 

 

 

4.6 | 5 voto/i

I gerani non possono mancare - Ultima modifica: 2020-05-01T18:29:13+02:00 da Sabina Tavolieri
I gerani non possono mancare - Ultima modifica: 2020-05-01T18:29:13+02:00 da Sabina Tavolieri

Lascia un commento

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome