Lo coltivo da me
Aster, un balcone color pastello

5 | 3 voto/i

Rosa e azzurro, gli aster non hanno timidezze e creano un’allegra macchia di colore sul balcone e in giardino. Godiamoci la loro fioritura per qualche mese

Aster in greco vuol dire stella e c’è davvero qualcosa di aereo in questa pianta generosa che crea vere e proprie nuvole di fiori e in cambio chiede molto poco. Il suo momento è la fine dell’estate e l’inizio dell’autunno. Ha fioriture lunghe, anche più di 40 giorni, e spettacolari per colore e quantità di fiori. È una specie davvero facile e robusta. Se si pianta in giardino, una volta attecchita, diventa quasi autonoma. Ma si può coltivare anche in vaso, se si scelgono le varietà nane.

Di che cosa ha bisogno

Piantatelo al sole
Soprattutto se vivete in collina è questa la posizione ideale. Resiste anche in mezz’ombra, prendendo il sole del mattino. Anzi nei posti molto caldi, in pianura o al Sud, è probabilmente la posizione migliore.

Gestite l’acqua
In giardino va bagnato solo in caso di estrema siccità, ma se è in vaso o l’avete appena piantato ha bisogno di attenzione, fate in modo che il terreno non si asciughi mai completamente. Bagnate la mattina presto così l’acqua evapora e prevenite mal bianco e ruggine, le sole malattie a cui va soggetto.

Potate spesso
Perché rimanga bello ha bisogno di essere tagliato almeno due volte l’anno: a fine maggio e a inizio luglio. Così non si ammala e la pianta rimane florida e con foglie sane. Potatelo anche dopo la fioritura: altrimenti si risemina da solo, creando degli ibridi più brutti dell’originale.

Per riprodurlo
Ogni cinque anni la pianta ha bisogno di essere rivitalizzata attraverso la divisione dei cespi. Togliete la zolla con le radici. Con un coltello, o una cesoia, dividetela in cinque pezzi. Da ogni parte, se la interrompete, può nascere una nuova pianta.

Create il substrato ideale
Riempite il vaso con un mix composto da terra argillosa, torba bruna e lapillo, o pomice, in parti uguali. Concimate con letame in pellet tre volte l’anno: in primavera, estate e fine inverno.

Tre varietà per cominciare

In vaso
Scegliete un Aster dumosus Jenny. È una pianta nana, crea un piccolo arbusto a forma di palla alto circa 60 centimetri, con tanti fiori rosa intenso.

In giardino Preferite un Aster novi-belgii. La varietà Patricia Ballard forma un cespuglio alto circa 1 metro, generosissimo di fiori azzurri grandi e doppi. Perché non si svuoti è necessario potarlo spesso.

Nel basket appeso L’Aster ericoides Pink Cloud produce una nuvola di fiorellini minuscoli e crea poetiche cascate se lo mettete in una posizione rialzata.

Aster dumosus Jenny

 

 

 

 

 

 

 

Aster novi-belgii

 

 

 

 

 

 

 

Aster ericoides Pink Cloud

 

 

 

5 | 3 voto/i

Aster, un balcone color pastello - Ultima modifica: 2020-08-24T07:59:44+02:00 da Sabina Tavolieri
Aster, un balcone color pastello - Ultima modifica: 2020-08-24T07:59:44+02:00 da Sabina Tavolieri

Lascia un commento

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome