Fiori sulla pelle
La rosa: un’alleata di bellezza

3.4 | 8 voto/i

Definita da sempre “regina dei fiori” per la sua bellezza e per l’affascinante simbolismo che la contraddistingue, la rosa rappresenta un vero e proprio scrigno di sostanze funzionali e proprietà terapeutiche, utili non solo alla salute ma soprattutto alla bellezza

La rosa è soprattutto un’alleata della pelle: le sue proprietà rinfrescanti, tonificanti, lenitive ed emollienti sono racchiuse nel suo olio essenziale.
Quest’ultimo, oltre a disintossicare i tessuti, favorisce l’equilibrio della secrezione sebacea e aiuta a contrastare rughe ed invecchiamento cutaneo, ma contribuisce anche a prevenire le temute smagliature che non di rado caratterizzano durante la gravidanza soprattutto la zona dell’addome e del seno.

Fondamentale precisare che per la bassissima resa, per ottenere circa 300 ml di olio essenziale è necessaria un'abbondante tonnellata di petali, l’olio essenziale di rosa è forse uno dei più costosi sul mercato. Fondamentale quindi, per assicurarsi un olio essenziale di qualità, sia accertarsi dell’assoluta serietà della ditta produttrice che essere disposti ad investire nell’acquisto, motivati dalle sue molteplici potenzialità.
Oltre ad aggiungere il preziosissimo elisir in quantità infinitesimali alla propria crema viso (1-2 gocce di olio essenziale sono sufficienti per un intero vasetto da 50 g), per  un modo efficace  di utilizzare il potere cosmetico della rosa consiste nell’uso quotidiano della nota “acqua di rose”: si tratta di un prodotto secondario ottenuto durante l’estrazione dell’olio essenziale, solitamente a partire dai petali di R.gallica o R.damascena, tramite un metodo noto come “distillazione in corrente di vapore”. Racchiuse nell’acqua o per meglio dire nell’idrolato, restano tangibili tracce dell’olio essenziale che conferiscono al preparato le sue rilevanti proprietà cosmetiche. Da secoli utilizzata come rinfrescante, lenitivo, astringente e tonificante della pelle, l’acqua di rose dimostra estrema versatilità nel trattamento delle diverse tipologie di pelle, da quelle acneiche a quelle più delicate, che tendono ad arrossarsi facilmente. Utilizzata quotidianamente, al mattino e alla sera, è in grado di restituire luminosità al viso, prevenendo la comparsa delle rughe per le pelli più giovani, attenuandole nelle pelli un po' più mature, mentre, grazie alle sue note proprietà astringenti, ai suoi tannino e alla sua pectina, può a migliorare l’aspetto e la texture delle pelli più grasse ed impure.

Caldo, non ti temo!

Per esaltare le proprietà rinfrescanti ed astringenti dell’acqua di rose è possibile conservare il flacone in frigorifero. Si otterrà così un rimedio pronto uso, utile per contrastare i primi caldi e sfoggiare una pelle tonica e compatta.

Un latte detergente tutto al naturale

Per chi ama il fai-da-te in cucina anche in ambito cosmetico, a partire dall’acqua di rose è possibile realizzare un latte,  fresco e profumato, da utilizzare per rimuovere le tracce di trucco e garantire alla pelle una detersione delicata.

Ingredienti: 1 cucchiaio di yogurt bianco intero, 1 cucchiaino di olio di oliva, 2 gocce di olio essenziale di rosa, 1 cucchiaino di miele, 50 ml di acqua di rose. E’ sufficiente versare, in un flacone di vetro scuro (ad esempio quello di uno sciroppo per la tosse ben lavato ed asciutto) in successione lo yogurt, l’olio di oliva e l’olio essenziale, il miele ed infine l’acqua di rose. Agitare bene per rendere omogeneo il latte ed applicare con un dischetto di cotone, risciacquando poi con acqua. E’ necessario agitare bene prima dell’uso e conservare in frigorifero per non più di 4-5 giorni.

Combattere lo stress: facciamo leva sul profumo di rosa

Ogni olio essenziale, passando attraverso l’olfatto e quindi attraverso il naso, riesce a produrre rapidissimi effetti direttamente sul sistema nervoso centrale, contribuendo a modulare emozioni e stati d’animo.

L’essenza di rosa è prima di tutto un eccellente riequilibrante antistress. Il suo aroma induce alla pazienza e alla dolcezza, stemperando gli eccessi. Le sue note aromatiche possono contribuire a far ritrovare la fiducia e la speranza nei momenti di confusione e dolore: allontana tristezza e pensieri negativi, aiuta a superare le delusioni, dona sollievo agli animi tormentati e li rende più aperti verso gli altri e la vita. Sono sufficienti 1-2 gocce nel diffusore per aromi per cambiare l’atmosfera dell’ambiente, senza dimenticare che le sue note delicate e sensuali possono stimolare l’intesa di coppia e i desideri sopiti.

Le note aromatiche della rosa possono quindi risultare particolarmente indicate per ripristinare l’equilibrio emotivo e psicologico, messo a dura prova dalle lunghe settimane di quarantena. Per allontanare lo stress sarà possibile preparare una miscela che potrà essere vaporizzata nell’ambiente attraverso gli appositi diffusori oppure diluita in un olio vegetale per un massaggio delicato sul torace, sull’addome (con movimenti circolari intorno all’ombelico) e sul collo, da effettuare anche alla sera per favorire il relax e contrastare l’insonnia. All’efficacia della rosa, nella miscela, si affiancano quella dell’OE di neroli  che contribuisce a infondere fiducia, coraggio e forza, dell’OE di bergamotto capace di favorire un’atteggiamento gioioso e positivo e quello di lavanda, dotato di riconosciute proprietà ansiolitiche e rilassanti, utile per alleggerire la sensazione di tensione e l’agitazione generata dallo stress.

Per il diffusore:

2 gocce di olio essenziale di rosa, 2 gocce di olio essenziale di neroli, 3 gocce di olio essenziale di bergamotto, 3 gocce di olio essenziale di lavanda.

Per l’olio da massaggio:

aggiungere a 50 ml di olio base vegetale (mandorle, argan, jojoba) 3 gocce di olio di rosa, 4 gocce di olio di neroli, 5 gocce di olio essenziale di bergamotto, 8 gocce di lavanda.

 

 

 

La rosa: un’alleata di bellezza - Ultima modifica: 2020-05-25T08:33:13+00:00 da Sabina Tavolieri

Lascia un commento

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome