Rituali di bellezza
Cos’è il massaggio gua sha e come si pratica per un effetto lifting naturale

5 | 3 voto/i

Un antico rituale cinese che stimola la circolazione del viso, tonifica la pelle e rallenta i segni del tempo. Chiamiamo la spa? No. Una pietra è tutto ciò che serve

Gua Sha (刮痧) significa "strofinare con le pietre" ed è una tecnica di massaggio utilizzata nella medicina tradizionale cinese per stimolare la circolazione, allentare la tensione muscolare, favorire la disintossicazione e liberare le energie latenti, i cui benefici sembrano avvalorati da studi scientifici recenti: una pubblicazione del 2017, all'interno della rivista Complementary Therapies in Medicine, evidenzia gli effetti benefici del massaggio sulla cura del mal di schiena cronico nei soggetti anziani. Il massaggio gua sha può essere praticato sul corpo seguendo la traccia dei meridiani (ma qui c'è bisogno dell'intervento di un esperto) oppure sul viso scendendo fino a collo e decolletè.

È facile intuire quale delle due versioni abbia finito per saturare i contenuti delle beauty blogger internazionali: il massaggio facciale gua sha spopola anche in occidente grazie al volano dei social. È sufficiente digitare "gua sha" nella barra di ricerca di YouTube ed Instagram per avere accesso a tanti tutorial gratuiti di esperti del settore e influencer. Chiedetelo un po’ a Gwyneth Paltrow, Alicia Keys e Miranda Kerr.

Advertisement

O ancor meglio a Danna Omari, fondatrice di NOY Skincare e paladina dei trattamenti di bellezza naturali come si evince dalla sua Instagram bio: “There is no technology to replace the power of the hands”.

A differenza del trattamento per il corpo che richiede di esercitare una certa pressione e potrebbe lasciare qualche piccolo livido, il massaggio facciale è più leggero e semplice da eseguire. Con un po' di pazienza e gli strumenti giusti si può dare una mano ad elastina e collagene nella lotta contro i segni del tempo. O semplicemente sgonfiare le occhiaie!

Come prepararsi ad eseguire in casa il massaggio gua-sha

Scegliere la pietra

La prima cosa da sapere è che il massaggio gua-sha non si pratica con le dita, bensì con l'aiuto di una pietra piatta e a forma di cuore allungato. I materiali più utilizzati sono il quarzo rosa, la giada e l'ametista, pietre dai poteri calmanti e riequilibranti secondo la cristalloterapia. In alternativa esistono strumenti in acciaio inossidabile, più facili da pulire perché non porosi, oppure di osso, anche se è meno comune. Le pietre per il massaggio gua sha si acquistano online, in profumeria oppure nei negozi specializzati in pietre e cristalli.

I benefici del massaggio gua sha

La funzione della pietra è quella di strofinare la pelle generando calore per un risultato anti-gonfiore, anti-rughe ed elasticizzante grazie alla sua forma particolare che permette di rimodellare i contorni del viso, seguendone le naturali curvature. Una sorta di botox naturale. Succede perché il flusso sanguigno migliora, si drena la linfa accumulata nei tessuti, si rassodano e si tonificano i muscoli facciali.

Le accortezze da tenere presenti

Prima di iniziare il massaggio è opportuno applicare sulla pelle qualche goccia di olio viso o di crema idratante per ammorbidirla e consentire alla pietra di scorrere senza intoppi. Inoltre la pietra va pulita e attivata riscaldandola tra le mani. La tecnica gua sha si esegue con delicatezza, soprattutto in caso di pelli sensibili, l'importante è avvertire l'effetto tensore della pietra mentre si eseguono i movimenti.

Come fare in casa il massaggio gua sha

I movimenti mirati che interessano le aree specifiche del viso si eseguono dal centro verso l'esterno, oppure dal basso verso l'alto per quanto riguarda il collo, sfruttando i diversi lati della pietra. La parte superiore della pietra (a forma di cuore) agisce su mento e mascella; il lato concavo sulla fronte e la parte convessa sull'arcata sopraccigliare, il collo e le guance.

Il movimento viene fatto applicando una pressione molto leggera, tendendo la pelle con l'altra mano e seguendo le linee naturali del viso e i percorsi linfatici.

Il modo più semplice per iniziare è di affidarsi ad un video tutorial da seguire passo dopo passo (eccone uno). Quanto spesso dovrete posizionarvi davanti allo specchio, video alla mano? Per ottenere dei risultati visibili, tre volte a settimana per 10 -15 minuti. Non dimenticate di ascoltare la reazione della pelle per capire se state praticando il massaggio correttamente o se invece i risultati non sono quelli sperati o addirittura controproducenti. In questo caso sospendete il trattamento e rivolgetevi ad un centro estetico specializzato oppure al vostro dermatologo.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

5 | 3 voto/i

Cos’è il massaggio gua sha e come si pratica per un effetto lifting naturale - Ultima modifica: 2022-02-17T12:13:09+01:00 da Sabina Tavolieri
Cos’è il massaggio gua sha e come si pratica per un effetto lifting naturale - Ultima modifica: 2022-02-17T12:13:09+01:00 da Sabina Tavolieri

Lascia un commento

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome