Bellezza all’infinito
Viaggio in Maremma


Natura, mare, buoni sapori e una calda ospitalità: ecco cosa troverete

Conosciuta come zona dalle mille attrattive, la Maremma è in realtà una terra di cui non è facile tracciare gli esatti confini. C’è, infatti, chi la fa coincidere con la provincia di Grosseto, chi la estende un poco più a nord, chi un poco più a sud. Diciamo che la Maremma è una zona compresa fra la Toscana e il Lazio che si affaccia sul mar Tirreno, ma tocca anche le pendici del Monte Amiata. E qui, per una sosta nel più completo relax, segnaliamo l’agriturismo Belvedere dove, oltre alla quiete e ai bei panorami, si possono gustare prodotti tipici locali, dall’olio extravergine, allo zafferano, al farro. Si prosegue poi nella Valle dell’Ombrone, fin verso il mare, presso Cecina e verso sud fino a Civitavecchia.

Parchi, spiagge e terme

Cominciamo il nostro tour con un classico, che ogni volta ricorda e sottolinea la maestosità di questi luoghi: il Parco dell’Uccellina, in grado di soddisfare i desideri di chi ama curiosare tra la natura e andare alla scoperta di bei paesaggi. A poca distanza dal parco troviamo l’agriturismo Il Laghetto, che offre la possibilità di passeggiate a cavallo e visite guidate in notturna (nel parco stesso), ma che permette anche di fare conoscenza con i butteri, pastori a cavallo tipici della Maremma, e con le loro attività quotidiane.

Chi invece, in questa stagione, non può esimersi da un incontro ravvicinato con la spiaggia e il mare, troverà ad accoglierlo distese di sabbia finissima e calette come Le Rocchette a Castiglion della Pescaia o la spiaggia della Feniglia, vicino a Orbetello, inserita in ben dodici chilometri di costa ininterrotta, oasi del WWF. Molto rinomata è anche Cala Violina, a Punta Ala, così denominata perché composta da granelli di sabbia frammisti a polvere di quarzo che, quando vengono calpestati, e tutt’attorno c’è silenzio assoluto, sembra di sentire il suono di un violino. E poi L’Acqua dolce a Porto Ercole che, vista dalla cima del promontorio adiacente, è davvero bellissima.
Il borgo merita assolutamente una visita. Si tratta di un villaggio di pescatori adagiato fra la baia e la collina, eletto nel 2014 fra i borghi più belli d’Italia. Tutta la zona, un tempo, fu occupata dagli spagnoli, da qui le numerose fortezze per monitorare eventuali sbarchi dal mare e invasioni dalla terraferma.

Da non dimenticare anche Follonica e la sua spiaggia e, per un soggiorno nella quiete più totale, l’agriturismo Villa Isa, a soli due chilometri dal mare, l’ideale per godersi il relax più completo durante le calde giornate estive, gustando i prodotti tipici dell’agriturismo. Chi ama le terme “al naturale” non può perdersi le Terme di Saturnia, un piccolo gioiello di cascatelle e piccoli laghetti dove l’acqua sulfurea ha una temperatura costante di 37 °C, offrendo così la possibilità di un rilassante trattamento termale a cielo aperto.

Chi desidera godere dei benefici delle terme per più giorni può soggiornare nel vicino agriturismo Cavallin del Bufaloazienda agricola nota per la produzione di vini prodotti secondo metodi biodinamici certificati. Tutt’intorno è stato realizzato un percorso per le mountain bike, così da dedicarsi a escursioni nella campagna maremmana. E per gli appassionati di astri, appuntamento il 10 agosto per la notte di San Lorenzo: qui la totale assenza di inquinamento luminoso rende il cielo sopra il Cavallin del Bufalo perfetto per l’osservazione delle stelle cadenti.

Chi, oltre alla bellezza, vuol curare il palato, gustando piatti della tradizione preparati con passione e attenzione alla qualità, suggeriamo il ristorante Il Melangolo proprio nella piazzetta di Saturnia (ottime anche le pizze).

Sapori ricchi di storia

La cucina maremmana è conosciuta e apprezzata per i suoi piatti semplici ma ricchi di sapore e gusto grazie allo stretto legame con tradizioni antiche e l’impiego sapiente di prodotti della terra e del mare. Se è vero che i piatti tipici sono prevalentemente a base di carne, non bisogna dimenticare le numerose zuppe come l’acquacotta a base di verdure di stagione, principalmente bietole, pomodori e carote, accompagnata da crostini di pane abbrustoliti e un uovo in camicia. Ottimo anche il caldaro: una zuppa di pesce, preparata in base alla pesca del giorno. Ogni ingrediente è cucinato separatamente e poi unito all’interno di una zuppa di pomodoro ed erbe aromatiche. Sostanziosi e buonissimi anche i tortelli maremmani, una sorta di grandi ravioli, ripieni di ricotta e spinaci e conditi con burro e salvia.

Ciaffagnone

Per chi desidera puntare sui formaggi locali, ottimo il pecorino fresco e stagionato e il ravaggiolo (o raviggiolo), formaggio freschissimo di latte vaccino dal gusto leggermente acidulo ma delicato e dalla consistenza vagamente burrosa. Da gustare da solo con un filo di olio extra vergine d’oliva o come base per dessert. E, dulcis in fundo, è proprio il caso di dirlo, fra i dolci segnaliamo i cavallucci di Massa Marittima (speciali quelli della pasticceria Le Logge a Massa Marittima) con arancia e cedro canditi, il castagnaccio, o il biscotto di mezz’agosto a base di farina, vino dolce e semi di anice macerati anch’essi nel vino. Da non perdere anche il ciaffagnone, una sorta di crêpe farcita con pecorino o ravaggiolo e zucchero.

E per finire, la grande festa eco

Chi ama la pasta fresca fatta a mano deve visitare il ristorante dell’agriturismo Aia del Tufo: tagliatelle, pappardelle, pici, tortelli ricotta e spinaci, lasagne, gnocchi di patate conditi con sughi vegetali o tradizionali. Il pane a lievitazione naturale è fatto a mano e cotto nel forno a legna. I dolci vanno dai classici tozzetti con il vin santo alle crostate con crema al limone. Nel ristorante dell’agriturismo Le Macchie Alte, le cuoche preparano ottimi piatti utilizzando i prodotti dell’azienda agricola e offrono ai propri ospiti acquacotta, pici, tortelli con ricotta e spinaci e ottimi secondi piatti accompagnati da vini sontuosi come l’autentico Morellino di Scansano.

E, per una full immersion nelle tradizioni gastronomiche della Maremma (e non solo), segnaliamo FestAmbiente dal 10 al 19 agosto a Rispescia, vicino a Grosseto. Il festival internazionale, organizzato da Legambiente, è quest’anno alla sua trentesima edizione, tutta dedicata al cibo made in Italy di qualità. Da non perdere, in questa occasione, la degustazione di prodotti tipici e i piatti veg preparati dal nostro chef Giuseppe Capano a base di ingredienti bio e a filiera corta nel ristorante all’interno del festival.

Per fare acquisti, mangiare e dormire

Azienda Belvedere
Loc. Belvedere
Montorsaio Campagnatico (GR)
Tel. 0564997310

Agriturismo Il Laghetto
Via Aurelia Sud, 130
Loc. Rispescia (GR)
Tel. 3473602986

Agriturismo Villa Isa
Via Aurelia 114 - Follonica (GR)
Tel. 3386532532

Agriturismo Cavallin del Bufalo
Loc. Piano - Manciano (GR)
Tel. 3294436054

Ristorante Il Melangolo
Piazza Vittorio Veneto 2
Saturnia (GR)
Tel. 0564601004

Pasticceria Le Logge
Via dei Ferrinanti 29/a
Massa Marittima (GR)
Tel. 0566919923

Agriturismo Aia del Tufo
Loc. Poggio la Mezzadria San Valentino
Sorano (GR)
Tel. 3290805559

Ristorante agriturismo Le Macchie Alte
Loc. Le Macchie Alte Montemerano (GR)
Tel. 0564620470

FestAmbiente
Rispescia (GR)
Tel. 056448771

Viaggio in Maremma - Ultima modifica: 2019-06-07T14:44:14+00:00 da Redazione

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome