“Renzi dica no al sostegno di Bruxelles all’industria delle carni”


L’appello al Presidente del Consiglio è stato lanciato dalla LAV in occasione della Giornata dell’Alimentazione. Il sostegno di 15 milioni l’anno a favore dei produttori sarebbe contro gli impegni della Conferenza di Parigi sui cambiamenti climatici

La Lega AntiVivisezione (LAV) fa appello – si legge in un comunicato stampa - al presidente del Consiglio Matteo Renzi - intervenuto domenica 16 ottobre alla cerimonia di apertura della Giornata Mondiale dell’Alimentazione presso il Palazzo della Fao a Roma - affinché dica no al sostegno europeo al consumo di carne in Europa annunciato all’inizio di ottobre dal Commissario Europeo all’agricoltura Phil Hogan, che ha comunicato lo stanziamento in tal senso di 15 milioni di euro l’anno.
Il messaggio ufficiale per la Giornata Mondiale dell'Alimentazione 2016, infatti, è "Il clima sta cambiando. Il cibo e l'agricoltura anche”, “considerando che proprio la FAO sostiene che l’allevamento di animali per uso alimentare contribuisce a quasi due terzi delle emissioni agricole di gas ad effetto serra (GHG), e al 78% delle emissioni agricole di metano e che la deforestazione e il degrado delle foreste sono responsabili del 10-11% delle emissioni globali di gas serra, tutti elementi che influenzano in negativo il clima, è assurdo ipotizzare il sostegno al consumo di carne, e quindi, di fatto, all’allevamento intensivo colpevole di tali impatti”, commenta Paola Segurini, responsabile LAV Area Scelta vegan.
Il Presidente Renzi si opponga a queste azioni di rinforzo a industrie che vanno contro il tempo, e proponga, invece, un’inversione di tendenza, “i tempi infatti stanno fortunatamente cambiando in direzione della consapevolezza di come un’alimentazione su base vegetale sia una scelta necessaria per garantire un futuro al Pianeta e alle popolazioni”, aggiunge Paola Segurini.
Proprio per sollecitare una riflessione globale rispetto all’importanza di nutrirsi con i legumi, l’Onu ha proclamato il 2016 come Anno internazionale dei legumi, alimenti dall’alto valore nutritivo, perfetti per combattere la malnutrizione, che affligge 750 milioni di persone.
E’ la scelta Vegan, quindi, è il passo più deciso ed opportuno da fare, quello da cui inizia il Futuro, un futuro possibile, che porta con sé consapevolezza di comportarsi in modo etico, salutare e lungimirante, senza tuttavia rinunciare ai piaceri del palato.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome