Previsioni di crescita del 70% entro il 2021


E’ quanto emerge dall’indagine condotta da una rivista americana di settore, che l’estate scorsa ha visto anche la realizzazione di un sondaggio su un campione di 2 mila intervistati

Non si ferma la crescita del bio negli Stati Uniti. Nel rapporto ‘Natural and Organic Foods and Beverages in the U.S.’, redatto da Packaged Facts, si legge che dal 2016 al 2021 la crescita di vendite di cibo biologico negli USA arriverà al +70%. E questo dopo l’aumento esponenziale che sta portando il settore a sfiorare i 70 miliardi di dollari di fatturato nel 2016: +11% rispetto al 2015, il 32% in più considerando gli ultimi 5 anni. Il tasso di crescita medio dal 2012 al 2016 si attesta intorno al 7% annuo, superiore a quello generale per quanto riguarda alimenti e bevande convenzionali. Ne riferisce un articolo su GreenPlanet: Questa grande espansione del mercato bio negli Stati Uniti vede protagonista la grande distribuzione e in particolare le insegne Whole Foods, leader nella vendita di prodotti bio e naturali, seguita da Trader Joe’s. Al terzo posto si trovano le insegne regionali di Kroger, che tutte insieme ogni anno vendono l’equivalente di 11 miliardi di dollari.
Ma concretamente, quanti cittadini ricercano prodotto biologico sugli scaffali? Nel rapporto di Packaged Facts è inclusa anche un’indagine svolta con interviste a quasi 2 mila persone nel periodo luglio-agosto 2016: oltre a emergere che il 36% degli intervistati acquista alimenti biologici quando fanno la spesa, risulta per loro fondamentale avere un ottimo assortimento di frutta e verdura bio per determinare quale negozio alimentare scegliere per fare la spesa.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome