Le spezie nella medicina ayurvedica


La scienza medica dell’Ayurveda tiene in gran considerazione le spezie e le piante aromatiche. In questo libro vengono descritte in modo esauriente circa 30 piante aromatiche della medicina tradizionale indiana
Autore: Luciano Zambotti
Editore: Tecniche Nuove
Pagine: 266
Formato: 17x24
Prezzo in promozione (cartaceo): 25,42
Prezzo in promozione (digitale - pdf): 17,50
Acquista

La scienza medica dell’Ayurveda tiene in gran considerazione le spezie e le piante aromatiche. In questo libro vengono descritte in modo esauriente circa 30 piante aromatiche della medicina tradizionale indiana evidenziando per ognuna di esse le caratteristiche botaniche, l’habitat, le parti utilizzate, i principi attivi, le proprietà e qualità, le associazioni e i sinergismi, le avvertenze e controindicazioni, le preparazioni fitoterapiche e i rimedi popolari, l’utilizzo in cucina secondo l’antica scienza ayurvedica.
Per l’Ayurveda le spezie sono veri e propri rimedi naturali in grado di agire sulle tre energie sottili (Vāta, Pitta, Kapha) che regolano tutti i processi metabolici e mentali.
In particolare le spezie:
• conferiscono maggiore appetibilità ai cibi;
• ne esaltano il gusto e il sapore;
• stimolano l’appetito;
• attivano Agni, il fuoco digestivo, rendendo i cibi più digeribili;
• favoriscono la conservazione dei cibi;
• trasmettono alle pietanze le loro proprietà terapeutiche;
• riducono gli effetti negativi di alcuni alimenti;
• agiscono sui tre dosha Vāta, Pitta, Kapha pacificandoli o stimolandoli.

Questo libro si propone di essere di stimolo per coloro che desiderano apprendere le proprietà terapeutiche delle spezie secondo l’Ayurveda.

L’autore

Luciano Zambotti

Luciano Zambotti medico chirurgo, è specialista in scienze dell’alimentazione e dietetica. L’autore da diversi anni tiene seminari e conferenze sulle piante medicinali, la medicina ayurvedica e la medicina tibetana. È docente di alimentazione e medicina ayurvedica presso la FIY (federazione italiana yoga) e di medicina tibetana presso il Kunpen Lama Gangchen di Milano.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome