La dieta italiana

5 | 1 voto/i

Ogni seria teoria scientifica deve essere accompagnata da una formulazione numerica di ciò che descrive o deduce. Oggi anche la celeberrima dieta mediterranea (riconosciuta patrimonio dell’umanità dall’UNESCO nel 2010) può vantare una trattazione quantitativa che la mette al riparo dalle critiche che in passato tanti modelli alimentari concorrenti hanno usato per sminuirne la portata
Autore: Roberto Albanesi
Editore: Tecniche Nuove
Pagine: 336
Formato: 17 x 24
Prezzo in promozione (cartaceo): 23,66
Prezzo in promozione (digitale - pdf): 19,99

Una discussione sui cibi qualitativamente migliori che la dieta mediterranea propone da decenni, ma anche una corretta dimensione quantitativa per una sana ed equilibrata alimentazione. In quest’ottica possiamo definire la dieta italiana come una versione quantitativa della dieta mediterranea che potrà essere utile a chi vuole mangiare sano ed evitare il sovrappeso, allo sportivo che cerca un modello alimentare compatibile con la prestazione, a chi pensa giustamente che una sana alimentazione possa rallentare l’inevitabile invecchiamento.

L’approccio scientifico della dieta italiana è accessibile a tutti, non richiede particolari competenze e, anzi, può essere uno strumento molto facile per capire veramente i principi della dieta mediterranea.

Advertisement

L’autore

Roberto Albanesi

Roberto Albanesi Laureato in Ingegneria Elettronica, dopo aver lavorato in un centro di ricerca (CISE) e aver fondato un’azienda leader nella commercializzazione di personal computer, dal 1987 si occupa dei fattori che concorrono alla migliore qualità della vita (Well-being). Noto divulgatore scientifico, ha sempre considerato la cultura come fondamentale per il progresso dell’individuo. Nel 2000 ha fondato il sito Internet albanesi.it che nel 2019 ha raggiunto oltre 1.800.000 visitatori unici mensili.

5 | 1 voto/i

La dieta italiana - Ultima modifica: 2022-07-11T18:10:18+02:00 da Redazione
La dieta italiana - Ultima modifica: 2022-07-11T18:10:18+02:00 da Redazione

Lascia un commento

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome