Tropici da gustare con Cortilia
La frutta esotica (italiana) a casa tua

frutta esotica

Boom di avocado, banana, mango, ananas… Da qualche anno alcune regioni del sud, come Sicilia o Puglia, hanno scoperto la frutta esotica, coltivata con metodi rispettosi per l’ambiente e la salute. E grazie a Cortilia questi deliziosi frutti arrivano direttamente a casa senza attraversare l’oceano!

Voglia di Brasile o d’Oriente? Sulle tavole degli italiani sembrano arrivare sempre più spesso frutti tropicali. Ecco allora qualche informazione in più per orientarsi nella scelta della frutta esotica, nello specifico avocado, banana, mango e ananas, i più famosi e più presenti nelle nostre cucine. Restando in tema di acquisti c’è un’importante raccomandazione da fare: quando possibile, preferire sempre i prodotti provenienti da coltivazioni biologiche o controllate, come quelli di Cortilia. Il rischio, altrimenti, per frutti di origine non specificata è che abbiano un carico di residui di pesticidi veramente elevato. Se esiste un’alternativa italiana è bene orientarsi su quella ma se non esite, come nel caso delle banane, il commercio equo è la soluzione più sostenibile.

Frutto della passione

Chiamato anche maracuja, è un frutto dalla forma tondeggiante, grande quanto un uovo, di colore scuro, che diventa violacea allo stadio ottimale di maturazione. Dal punto di vista nutrizionale il frutto della passione è caratterizzato da un elevato contenuto di fibre, vitamine e dalla ricchezza di minerali come calcio, fosforo, magnesio e potassio. Su Cortilia si trova quello coltivato in Sicilia.

Mango

La sua buccia è liscissima ed emana un leggero odore di trementina quando non è ancora maturo. Tantissime sono le varietà di mango, riconoscibili, oltre che dalla dimensione, anche dalle sfumature dei colori della buccia che vanno dal verde al giallo, al rosso fino al carminio. Un mango è maturo quando, a prescindere dal colore, toccandolo cede alla pressione delle dita. La sua polpa deve essere elastica e fondente, può capitare sfortunatamente di trovare un mango dalla polpa fibrosa: in tal caso può essere consigliabile cuocerlo trasformandolo, ad esempio, in un dessert dalle suggestioni orientali. È ricco di zinco, manganese, vitamina A, C e D.

Banana

Tra la frutta esotica è il frutto tropicale più diffuso al mondo ed è fra i più conosciuti anche nelle fasce climatiche non tropicali. Questo successo è dovuto anzitutto al sapore delizioso e poi alle proprietà nutritive. La banana è una buona fonte di minerali, potassio in particolare, di vitamine del gruppo B, vitamina A e un po’ di vitamina C: sostanze nutrizionali importanti per tutti. Ottima per l’umore grazie alla presenza di triptofano che viene trasformato in serotonina, sostanza che procura una sensazione di sollievo e benessere. Quindi, se vi sentite stanchi, depressi, contrariati, mangiate una banana!

Avocado

Originario dell’America centrale, ormai l’avocado è stabilmente coltivato in molte regioni calde del Mediterraneo, dove è principalmente diffusa la varietà ibrida Fuerte. In Sicilia, da più di una decina di anni, alcune aziende biologiche si sono specializzate con successo nella coltivazione di questo frutto, concentrandosi principalmente sulla pregiata varietà Hass, più resistente e gustosa. L’avocado è uno “strano” frutto: poverissimo di zuccheri (ottimo, perciò, per chi soffre di glicemia alta) ma ricco di grassi cosiddetti buoni. Da segnalare la quantità di potassio: un avocado ne contiene quanto 2-3 banane, notissime fonti di questo minerale dall’azione anti-ipertensiva. A causa del suo contenuto in grassi, che lo rendono anche molto saziante, è però consigliabile consumarne porzioni ridotte: 100 g di avocado, infatti, forniscono ben 230 calorie.

Ananas

Originario dell’America tropicale, è un frutto particolarmente interessante per i suoi contenuti nutrizionali, oltre a un ricco contenuto di vitamine e di sali minerali, contiene anche un enzima, ossia la bromelina (presente soprattutto nel gambo dell’ananas) che favorisce la digestione delle proteine e ha un secondario antinfiammatorio. Per massimizzare gli effetti antinfiammatori della bromelina, l’ananas dovrebbe essere consumato tra un pasto e l’altro, altrimenti i suoi enzimi saranno usati per la digestione. L’ananas è un alimento ipoallergenico, spesso usato nelle diete di eliminazione per chi soffre di allergie.

Concludendo, la frutta esotica oltre ad apportare benefici per la salute, rappresentano una piacevole variazione nella dieta quotidiana. Portiamoli in cucina e gustiamoli in tutto il loro sapore …direttamente a casa, responsabilmente, con Cortilia.

 

 

 

 

 


La frutta esotica (italiana) a casa tua - Ultima modifica: 2020-12-04T20:51:56+01:00 da Redazione
La frutta esotica (italiana) a casa tua - Ultima modifica: 2020-12-04T20:51:56+01:00 da Redazione

Lascia un commento

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome