Fai da te
Il bucato diventa eco

3.5 | 2 voto/i

Consigli per rendere il bucato più ecologico e proteggere la pelle da sostanze irritanti. A tutto vantaggio nostro, dell'ambiente e del portafoglio

Rientrati dalle vacanze ci troviamo sommersi dai vestiti da lavare. Le lavatrici funzionano a pieno ritmo, spesso con uno spreco di detersivi, nocivi a noi e all’ambiente. Ecco allora qualche ricetta di prodotti ecologici da realizzare facilmente in casa. Gli ingredienti base, acido citrico e percarbonato, sono reperibili in supermercati e negozi bio, oltre ai negozi specializzati in prodotti per l’igiene. Si acquistano anche on line.

Fai da te

Ammorbidente e anticalcare 
L’acido citrico è un composto presente naturalmente negli agrumi e si trova in vendita sotto forma di piccoli cristalli solubili in acqua. È ecologico ed economico: con 1 chilo di acido citrico puoi ottenere 6-7 litri di ammorbidente.
La ricetta è semplice. Mescola 200 g di acido citrico con 800 ml di acqua distillata, fino a che non è completamente sciolto, e travasa il tutto in un flacone. A piacere puoi aggiungere qualche goccia di olio essenziale, come agrumi o lavanda, scegliendo in base all’essenza che ti piace di più. Utilizza questo prodotto al posto del normale ammorbidente per rendere morbidi i panni eliminando i residui di detersivo.

Sempre con l’acido citrico è possibile fare la pulizia periodica della lavatrice per evitare i depositi di calcare: versa due cucchiai di polvere nella vaschetta del detersivo e fai un lavaggio a vuoto a 40 °C, anche breve.

Smacchiare con il marsiglia
Puoi sfregare il sapone di Marsiglia direttamente inumidito sulla macchia o puoi creare uno spruzzino smacchiatore: taglia a pezzi 250 g di sapone e scioglilo in una pentola con 250 ml d’acqua distillata portando a bollore. Trasferiscilo in un flacone spray, aggiungendo acqua fino a riempirlo.

Bianco senza macchia 
Per smacchiare i capi bianchi prova il percarbonato di sodio. Metti in ammollo il capo in acqua molto calda con un cucchiaio di prodotto o in lavatrice con temperatura superiore ai 50 °C. Inoltre, per igienizzare la lavatrice fai un lavaggio a vuoto a 60 °C con 100 g di percarbonato.

10 consigli per lavare senza inquinare

  1. Fai lavatrici sempre a pieno carico.

    Meno lavatrici si fanno meno acqua ed energia si impiegano.

  2. Lava a temperature basse.

    30 o 40 °C sono sufficienti per i vestiti normalmente sporchi, 60 °C per la biancheria.

  3. Utilizza poco detersivo e scegline uno concentrato.
    Fai riferimento alle tabelle delle confezioni e dosa il detersivo in base alla durezza dell’acqua della tua zona: esagerare nella quantità è dannoso per l’ambiente, la lavatrice e non si pulisce meglio!
  4. Seleziona una velocità di centrifuga moderata.

    Con questo accorgimento ridurrai i consumi e i tuoi capi dureranno più a lungo.

  5. Pretratta i capi molto sporchi con i prodotti indicati sopra. Eviterai così il prelavaggio.
  6. Scegli detersivi ecologici certificati.
    Ecolabel, Icea (Istituto per la certificazione etica e ambientale), Aiab (Associazione      italiana agricoltura biologica) e Ccpb (Consorzio per il controllo prodotti biologici) sono i marchi più diffusi.
  7. Privilegia detersivi alla spina ricaricabili o in confezioni grandi, sempre in plastica

    riciclabile. Ridurre la quantità di flaconi è un grande regalo che puoi fare all’ambiente.

  8. Evita l'uso di candeggina e altri additivi per bucato, tutti prodotti altamente

    inquinanti e aggressivi sui tessuti.

  9. Sostituisci l'ammorbidente classico con uno ecologico o autoprodotto.
  10. Prenditi cura della lavatrice periodicamente.

    Fai una pulizia profonda ogni due mesi e controlla il filtro.

3.5 | 2 voto/i

Il bucato diventa eco - Ultima modifica: 2020-09-13T08:56:24+02:00 da Sabina Tavolieri
Il bucato diventa eco - Ultima modifica: 2020-09-13T08:56:24+02:00 da Sabina Tavolieri

Lascia un commento

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome