Erbe da bere: autunno
Tiglio, una tazza di relax

Branch of fresh linden flowers

Settembre può risultare un mese faticoso: associa la fine delle vacanze al cambio di stagione, provocando nelle persone più sensibili cali d’umore, stanchezza, irritabilità. I fiori di tiglio hanno un naturale effetto ansiolitico, e possono essere usati da soli o in associazione con altre piante per affrontare questo mese con maggiore serenità

Il detto è Aprile dolce dormire, ma noi potremmo dire Settembre dolce dormire! Un corretto riposo notturno è, infatti, una delle armi vincenti per affrontare al meglio un periodo caratterizzato da stress e cambiamenti: il calo del numero di ore di luce, la ripresa del lavoro e della scuola e il ritorno a ritmi più frenetici rispetto all’estate possono interferire con la qualità del sonno, e questo può portare stanchezza, stress, irritabilità, a volte anche emicrania, influenzando così il nostro umore.

I fiori che abbassano l’ansia

Il tiglio (Tilia cordata) è la pianta che può esserci d’aiuto. È un albero che può raggiungere dimensioni notevoli, con una chioma caratterizzata da foglie cuoriformi di color verde chiaro e fiori color bianco-avorio profumatissimi con un aroma dolciastro molto piacevole. Questo albero ha diverse proprietà terapeutiche, è utile in caso di tosse, sindrome influenzale, febbre, ma in questo momento è la sua azione rilassante, ansiolitica e blandamente sedativa a interessarci. La parte utilizzata ai fini fitoterapici è costituita dai fiori che contengono diversi principi attivi come mucillagini, polisaccaridi, tannini, vitamina C e flavonoidi come la quercetina e il kempferolo, ed è proprio a questi due flavonoidi che si deve l’azione ansiolitica del tiglio. L’infuso ottenuto dai fiori può essere quindi utilizzato come rimedio per il trattamento di tutte quelle situazioni associate a condizioni di stress come ansia, irritabilità e insonnia, sia negli adulti sia nei bambini.

Come preparare l’infuso?

L’infuso si prepara mettendo in una tazza d’acqua calda (200-250 ml) un cucchiaio da minestra di fiori e lasciando in infusione, coperto, per circa 20 minuti. Si filtra e si beve sia a metà pomeriggio che la sera prima di andare a dormire, e, se si vuole addolcire, si usa un cucchiaino di miele d’arancio. Per potenziarne l’effetto, soprattutto se l’ansia e lo stress si somatizzano a livello intestinale, si può bere un infuso preparato con un cucchiaio di una tisana composta con 25 grammi di fiori di tiglio e 25 grammi di foglie di melissa (Melissa officinalis), da assumere sempre nelle stesse modalità dell’infuso di tiglio. Per i bambini che hanno difficoltà a dormire o mostrano una certa irritabilità si potrà utilizzare una tisana con 25 g di fiori di tiglio e 25 g di fiori di camomilla (Matricaria recutita). Si mette un cucchiaino della tisana in 200 ml di acqua calda, si copre, si lascia in infusione per 15 minuti e si filtra. Si può dolcificare con del miele e se ne possono bere dalle 2-3 tazze al giorno lontano dai pasti.

 

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome