Cibo e prevenzione
Problemi di infertilità maschile? Ecco i cibi che aiutano


Quali sono i cibi che aiutano in caso di infertilità maschile? Ecco alcune indicazioni alimentari

L’infertilità è un problema sempre più diffuso tra le coppie. Se è alta l’eventualità che il problema sia a carico della donna, nel 25-30% dei casi, invece, nasce dal lui della coppia.

Le cause possono essere ambientali e, in questo caso un aiuto può arrivare dall’alimentazione. Vediamo quali sono gli alimenti “pro” e quelli “contro” per modulare al meglio la dieta maschile.

Gli alimenti da preferire:

  • Cibi ricchi di vitamine (E, C, D e folati, di cui sono ricche le verdure a foglia verde)
  • Pesce e molluschi
  • Cereali
  • Vegetali e frutta
  • Latticini a basso contenuto di grassi

Gli alimenti da limitare:

  • Carni lavorate
  • Patate
  • Latticini grassi e latte intero
  • Caffè
  • Alcol e bevande zuccherate

Terapia con integratori

Ai soggetti con parametri seminali alterati possono essere somministrati anche supplementi antiossidanti, al fine di sopperire a carenze dietetiche. Se le cause dell’infertilità sono sconosciute, ai pazienti possono essere consigliati: carnitina, coenzima Q10, vitamine del gruppo B ed L-arginina insieme alla vitamina C, che consentono di mantenere a un livello fisiologico i radicali liberi, i quali svolgono una funzione fisiologica essenziale nella produzione degli spermatozoi; come sottolinea una metanalisi pubblicata nel 2017 su Human Reproduction Update. Se presenti in quantità eccessiva, però, i radicali liberi possono assumere un ruolo patologico.

Alla luce di quanto detto, sarà comunque appannaggio dell’andrologo decidere, caso per caso, quali integratori consigliare.

 

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome