Agricoltura. La Francia sposta aiuti Ue su bio, aree svantaggiate e assicurazioni


Si parla di uno spostamento del 4,2% dei fondi 2018-2020 della politica agricola comune, dagli aiuti diretti ai programmi di sviluppo rurale

La Francia – si legge in una nota dell'Ansa - ha notificato alla Commissione europea lo spostamento del 4,2% dei fondi 2018-2020 della politica agricola comune, dagli aiuti diretti ai programmi di sviluppo rurale. Obiettivo è aumentare il sostegno per le aziende biologiche, allevatori e agricoltori delle zone svantaggiate e far fronte all'aumento della domanda di assicurazioni sul raccolto.

L'iniziativa, annunciata lo scorso 27 luglio dal ministro dell'agricoltura francese Stéphane Travert, ha l'obiettivo di arrivare a spostare almeno 853 milioni nei piani di sviluppo rurale 2014-2020. Si tratta dell'ammanco finanziario quantificato da Parigi nei fondi Pac causato dalla ridefinizione delle aree svantaggiate, dal successo del settore biologico e di misure come le assicurazioni sul raccolto.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here