Terreni demaniali in vendita o in affitto a giovani agricoltori


Sono online i primi avvisi d’asta che riguardano 12 lotti situati in Lombardia, Emilia Romagna, Toscana, Marche, Basilicata, Puglia e Sicilia, per un totale di 500 ettari

Sono online i primi avvisi d’asta pubblica legati a TERREVIVE, l’iniziativa del Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali per favorire l’utilizzo dei terreni da parte dei giovani imprenditori agricoli. Il Direttore dell’Agenzia del Demanio Roberto Reggi e il Ministro del Mipaaf Maurizio Martina lo hanno annunciato nel corso di una conferenza stampa al Salone del Gusto di Torino. Ne ha dato notiziaun Comunicato stampa dell’Agenzia del Demanio.
Con quest’iniziativa, che dà il via alla vendita e all’affitto di circa 5.500 ettari di terreni, destinandoli innanzitutto agli agricoltori under 40, si intende far “rivivere” i terreni statali adatti alla coltivazione, trasformandoli in un’occasione di lavoro per le nuove generazioni. Con TERREVIVE, infatti, i giovani imprenditori agricoli hanno diritto di prelazione nell’acquisto o nell’affitto di terreni pubblici, che possono così essere riportati alla produzione agricola
Gli avvisi d’asta pubblicati riguardano complessivamente 12 lotti situati in sette regioni: 1 in Lombardia, 2 in Emilia-Romagna, 1 in Toscana e 1 nelle Marche, 2 in Basilicata, 3 in Puglia e 2 in Sicilia per un totale di 500 ettari circa.  I terreni in vendita hanno una base d’asta superiore a 100 mila euro, per un valore complessivo di circa 2 milioni e 890 mila euro. Tutti i soggetti interessati potranno inviare la propria offerta economica, entro i termini previsti da ciascun bando, agli uffici delle Direzioni Regionali dell’Agenzia del Demanio, dove verranno esaminate in seduta pubblica da commissioni di gara appositamente costituite. I lotti verranno aggiudicati all’offerta più alta rispetto alla base d’asta, tenendo conto che i giovani imprenditori agricoli under 40 avranno il diritto di prelazione per i terreni liberi; nel caso i terreni fossero già utilizzati, saranno assegnati prioritariamente ai conduttori.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here