Investire in agricoltura e puntare sui piccoli agricoltori per ridurre fame e povertà


Presentato a Roma il rapporto annuale FAO sullo Stato dell’Alimentazione e dell’Agricoltura 2012 (SOFA)

Investire di più e meglio in agricoltura è uno dei modi più efficaci per ridurre fame e povertà, e contribuire al tempo stesso a salvaguardare l'ambiente.  Questo è il messaggio di fondo del rapporto annuale della FAO “Stato dell’Alimentazione e dell’Agricoltura 2012” presentato il 6 dicembre a Roma.

Il rapporto – informa la FAO in un comunicato stampa - sottolinea che qualsiasi strategia d'investimento agricolo deve mettere al centro gli oltre un miliardo di agricoltori che coltivano la terra, i maggiori investitori in questo settore, anche se spesso limitati a causa del generale clima sfavorevole agli investimenti.

Il rapporto fa notare che in molti paesi a basso e medio reddito i contadini sono spesso disincentivati a investire.  Sono molti infatti i fattori che riducono drasticamente gli incentivi a farlo: cattiva amministrazione governativa, assenza di regole giuridiche, alti livelli di corruzione, diritti fondiari incerti, pratiche commerciali arbitrarie, tassazione agricola alta rispetto ad altri settori, qualità e livelli inadeguati di infrastrutture e servizi pubblici.

Superare queste barriere sarà essenziale per sbloccare in molte aree rurali i potenziali investimenti degli agricoltori.  Il rapporto a questo riguardo raccomanda di puntare ad alcune aree d'intervento per favorire gli investimenti dei piccoli contadini:
* I Governi ed i loro partner allo sviluppo devono aiutare i piccoli contadini ad essere nelle condizioni di mobilitare i propri risparmi e guadagnare accesso al credito.
* Organizzazioni di produttori più forti, per esempio le cooperative, possono aiutare i piccoli contadini ad affrontare i rischi e avere un migliore accesso ai mercati.
* Reti di protezione sociale possono contribuire all'espansione della loro base di risorse.

L'intera pubblicazione si può scaricare dal sito della FAO.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here