Con i petali delle rose si possono preparare facilmente in casa cosmetici, infusi, tisane e anche ricette profumatissime!

Maggio, si sa, è il mese delle rose, protagoniste indiscusse dei giardini primaverili. Tutte le varietà ornamentali che conosciamo sono derivazioni moderne delle più antiche rose selvatiche, come la rosa canina o la rosa mosqueta, le più utilizzate in ambito cosmetico e fitoterapico. Ma anche quelle del nostro giardino condividono le stesse proprietà con le loro parenti spontanee. I petali sono ricchi di tannini, sostanze astringenti, rinfrescanti e antinfiammatorie, preziose caratteristiche che ritroviamo anche nell’acqua di rose, molto utilizzata in cosmesi, che possiamo preparare in casa seguendo le indicazioni descritte nel box qui sotto. Con i petali, sia freschi sia essiccati, si può ottenere anche un ottimo infuso astringente, profumato e rinvigorente, unendo un cucchiaio abbondante di petali a una tazza di acqua bollente e lasciando riposare per 10 minuti. Inoltre, si possono aggiungere i petali al tè verde, per arricchirlo di gusto e profumo, o comporre una tisana di fiori digestiva, lenitiva dello stomaco e antinfiammatoria mescolando in parti uguali i petali di rosa con i fiori di camomilla, calendula e arancio. Potete usare l’infuso di rosa tiepido anche per fare impacchi sugli occhi in caso di borse e occhiaie, o aggiungere due belle manciate di petali freschi o essiccati all’acqua del bagno, per un effetto tonico sulla pelle e rilassante sulla mente. L’essiccazione dei petali, data la loro delicatezza, deve essere rapida e può quindi essere effettuata in casa utilizzando un essiccatore elettrico a basse temperature o dei graticci disposti in un luogo arieggiato, buio e secco. È molto importante per qualsiasi utilizzo, soprattutto per quello alimentare, che le rose non siano state trattate chimicamente, ed è quindi meglio optare per quelle coltivate da noi o da conoscenti.

Tagliatelle alle rose, un’idea semplice e d’effetto

I petali di rosa possono anche essere usati per condire pasta fresca, risotti, insalate e contorni. Avete mai provato a condirci le tagliatelle? Seguite questa semplice ricetta, pensata per 4 persone, e in pochi rapidi passaggi otterrete un piatto originale, colorato e saporito. Cogliete 3 rose, sfogliate tutti i petali e puliteli con un panno umido. Tritate 1 cipollotto fresco e fatelo appassire con un filo di olio extravergine d’oliva in una padella antiaderente. Unite 200 ml di panna da cucina vegetale, regolate di sale e fate cuocere 5 minuti a fuoco basso. Nel frattempo portate a bollore una pentola d’acqua, salatela e fate cuocere 300 grammi di tagliatelle. Appena prima di scolare la pasta, tagliate a listarelle i petali di rosa e aggiungeteli al condimento di panna e cipollotto, unendo anche una grattugiata di noce moscata. Lasciate cuocere un minuto e mescolate il condimento alle tagliatelle ben scolate.

Acqua di rose, tonica e depurativa

L’acqua di rose che troviamo in commercio si ottiene per distillazione, un procedimento difficile da replicare in casa. Possiamo però prepararla da noi tramite una semplice macerazione dei petali in acqua, tecnica alla portata di tutti. Raccogliete le rose e sfogliate i petali fino a contarne 150. Mettete sul fuoco 1 litro d’acqua distillata in una pentola fino a scaldarla a temperatura corporea, senza portarla a bollore. Raggruppate i petali di rosa in una grande garza di cotone chiudendola con dello spago da cucina e immergeteli nell’acqua, per 12 ore, tenendo il recipiente coperto. Passato questo tempo filtrate l’acqua e conservatela in frigorifero in una bottiglia di vetro: si conserva 30 giorni. Se volete potete aggiungere 5 gocce di olio essenziale di rosa o lavanda. Usatela come rinfrescante vaporizzandola sul viso nelle giornate più calde o come tonico dopo aver ben pulito la pelle.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here