Il “Parco della biodiversità” e la sfida di un uso sostenibile dell’acqua


Il Presidente di BlognaFiere, Duccio Campagnoli, in occasione della Giornata Mondiale dell’Acqua: "E' evidente l'esigenza di adottare un modello di crescita realmente sostenibile che si basa sull'innovazione, in grado di garantire l'accesso al cibo a una popolazione mondiale in crescita, a fronte di risorse idriche sempre più da ottimizzare”

A meno 40 giorni dall'Esposizione Universale e in occasione della Giornata Mondiale dell'Acqua (che si è svolta il 22 marzo) - si legge in un “lancio” dell’Ansa - il Parco della Biodiversità, l'area più green di EXPO progettata e realizzata da BolognaFiere grazie all'accordo con EXPO 2015 e dedicata all'agro-biodiversità e all'agricoltura biologica, fa propria la grande sfida collegata alla risorsa acqua e al suo utilizzo nel nome dell'innovazione e della sostenibilità. "La crescita della popolazione e dunque la necessità di produrre di più ha fatto sì che la domanda per tutti i beni e servizi legati all'acqua sia cresciuta esponenzialmente, in particolar modo in agricoltura. - commenta Duccio Campagnoli, Presidente di BolognaFiere, sede da ormai 27 anni di SANA, il Salone del Biologico e del Naturale - La domanda continua a crescere e inevitabilmente porta con sé uno sbilanciamento degli equilibri legati al ciclo dell'acqua, mettendo a rischio la grande possibilità di 'Nutrire e dissetare' il Pianeta nel prossimo futuro".
"E' evidente l'esigenza di adottare un modello di crescita realmente sostenibile che si basa sull'innovazione, in grado di garantire l'accesso al cibo a una popolazione mondiale in crescita, a fronte di risorse idriche sempre più da ottimizzare - continua Campagnoli - Questa è la sfida che abbiamo colto con il Parco della Biodiversità, il cui cuore è rappresentato dal Padiglione del Biologico, da quel modello agricolo che fa della sostenibilità il suo punto nevralgico: una produzione che esclude l'impiego di sostanze chimiche di sintesi a tutela delle falde acquifere, del benessere del terreno e dell'uomo, che è sinonimo di agro-biodiversità e di tutela dei territori e che impatta molto meno sull'ambiente. Focalizzeremo la nostra attenzione sull'importanza dell'innovazione in agricoltura, unico mezzo per garantire nutrimento futuro, e per trasformare l'agricoltura da minaccia a vera opportunità. La Giornata Mondiale dell'Acqua ci fa ulteriormente sottolineare quanto sia importante, tra le numerose azioni valide e possibili, l'innovazione, in particolar modo collegata anche all'irrigazione".

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here