E’ operativo il Sistema di Qualità Nazionale di Produzione Integrata


Il Ministero delle Politiche Agricole lo ha presentato ufficialmente: si articola in un disciplinare di produzione vincolante e in un sistema di controllo da parte di organismi indipendenti

Il Ministero delle Politiche Agricole ha presentato ufficialmente il Sistema di Qualità Nazionale di Produzione Integrata (Sqnpi) che si articola in un disciplinare di produzione vincolante ed in un sistema di controllo da parte di organismi indipendenti. Ne da notizia un articolo su Ambiente e Territorio Coldiretti.  La produzione integrata definita nei disciplinari regionali è diventato lo standard nazionale riconosciuto dagli operatori che operano nell'ambito delle attività pubbliche (Piani di Sviluppo Rurale, Ocm ortofrutta, sistemi di qualità) e dagli operatori privati (distributori e trasformatori).
Il Ministero ha creato un Sistema informativo che gestisce l'adesione al Sqnpi e la verifica della conformità del processo produttivo rispetto ai disciplinari regionali. Sono previsti due percorsi. Il primo, riguarda la verifica della fase di campo con l'attestazione di idoneità in maniera da garantire l'adempimento agli impegni delle misure agro-ambientali necessarie per procedere al pagamento dell'aiuto; il secondo che é costituito dalla verifica delle fasi successive a quelle di campo e cioè quelle della post raccolta, condizionamento, trasformazione, distribuzione per poter certificare il processo produttivo e contraddistinguere le relative produzioni con il marchio Sqnpi.
Non bisogna dimenticare, inoltre, dal momento che le condizioni e le modalità applicative della Produzione integrata definita nell'ambito dello sviluppo rurale si stanno estendendo anche ai piani operativi delle Organizzazioni di produttori con risorse dell'Ocm ortofrutta che in un prossimo futuro il Sqnpi potrebbe coinvolgere anche questo ulteriore ed ampio comparto agricolo. Attualmente i disciplinari sono comuni. In futuro si potrebbe mutuare piani di controllo, un regime di controllo, esclusioni, riduzioni per non conformità e così via.
L'obiettivo del sistema è quello di valorizzare le produzioni agricole nazionali. La strategia si articola nella gestione dei processi produttivi in regime di qualità, nella semplificazione delle procedure e nella realizzazione di economie di scala. Per quanto riguarda la semplificazione delle procedure è stato istituito un Sistema informativo per l'adesione e la gestione del Sqnpi. Ciò comporta la riduzione degli adempimenti (notifica dell' adesione e  rendicontazioni); interazioni con il Sian ed il fascicolo aziendale per le verifiche amministrative; un report per l'esercizio della vigilanza; un sistema armonizzato per il rilievo delle non conformità e delle irregolarità; un'impostazione per comparti (adesione operatori, controllo ed organismi di certificazione, vigilanza (Organismo tecnico scientifico, Ispettorato Centrale Repressione Frodi, Regioni, statistiche).
Tutte le istruzioni per l’adesione delle imprese agricole al Sqnpi sono indicate nel documento pubblicato alla pagina del sito Ambiente e Territorio Coldiretti.

Leggi tutto l’articolo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here