Cresce l’acquisto di prodotti a “chilometri zero” e biologici


E’ quanto emerge dalle stime del Censis

Sulla tavola degli italiani sempre piu' si sceglie cibo e prodotti a "chilometro zero": sono difatti 18 milioni coloro che regolarmente li utilizzano, e 25,3 milioni coloro che lo fanno di tanto in tanto. E la Gdo diventa, in questa evoluzione, sempre di piu' il canale centrale di vendita dei prodotti tipici. E' quanto emerge – riferisce una nota dell’agenzia AGI - dalla stima del Censis, che spiega come i millennials (18-34 anni: il 42% lo fa regolarmente e il 48,9% di tanto in tanto) rispetto ai baby-boomers (35-64 anni: il 31,2% regolarmente e il 57% di tanto in tanto) e agli angel (65 anni e oltre: il 42,1% regolarmente e il 40,4% di tanto in tanto). La disponibilita' a spendere di piu' per prodotti biologici- continua ancora il Censis - e' indicata in 29,2 milioni di italiani. "Una piu' spiccata propensione si rileva - viene segnalato - tra i laureati (il 71,3% a fronte del 58,9% del totale) e tra chi definisce il proprio livello socio-economico alto (64%). L'attenzione al biologico e' confermata anche dai dati relativi ai prodotti biologici intermediati dalla Grande distribuzione organizzata, cresciuti in valore dai 375 milioni di euro dal 2008 a 720 milioni di euro nel 2014".

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here