Bellezza alla frutta


Una proposta insolita: approfittare dell’estate per farsi trattamenti di bellezza a base di frutta e verdura di stagione.

Creme, impacchi, tonici, maschere…

Pelle d’albicocca
Gli acidi di questo frutto ricco di pro-vitamina A hanno un effetto schiarente e rendono l’epidermide vellutata, tonica e idratata. L’impacco della polpa è perciò indicato per quelle pelli che, mancando d’acqua, tendono a essere spente e sensibili al vento e alla luce.
In pratica: mettere in poca acqua bollente due albicocche spezzettate, quindi spegnere il fuoco e lasciare in fusione per tre minuti. Scolarle dall’acqua e lasciarle raffreddare. Schiacciare i frutti fino a ottenere una polpa morbida e aggiungere un cucchiaino d’olio d’oliva. Stendere sul viso e lasciare per venti minuti, quindi risciacquare. Da applicare due volte alla settimana.

Barbabietole per i rossori
Ricchissima di sali minerali, vitamine e sostanze decongestionanti e idratanti, la barbabietola rossa può essere utilizzata come efficace tonico per la pelle colpita da couperose o rossori.
In pratica: centrifugate una barbabietola rossa e mescolare il succo ottenuto con una pari quantità d’acqua. Inzupparvi delle bende e applicarle sul viso tenendovele per cinque minuti, sino ad utilizzare l’intero preparato di barbabietola rossa. Da fare come trattamento d’urto una volta alla settimana.

Carota antisecchezza
Classica maschera casalinga da applicare due-tre volte alla settimana, per riequilibrare la pelle secca del viso, specialmente se opaca e poco tonica.
In pratica: frullare una carota e aggiungere due cucchiai d’olio d’oliva. Spalmare il composto sul viso e tenerlo per 15 minuti. Quindi risciacquare con cura, asportando i residui con latte detergente.

Ortaggi astringenti
Il cetriolo e il pomodoro hanno notevoli proprietà cosmetiche in quanto dotati di azione astringente, purificante, idratante, batteriostatica: proprio quello che ci vuole per la pelle grassa, stressata dal caldo.
In pratica: frullare insieme mezzo cetriolo e un pomodoro, aggiungere mezzo vasetto di yogurt bianco e stendere il composto sul viso. Tenere per cinque minuti, sciacquare e applicare una crema specifica. Da fare una volta alla settimana, oppure due volte in caso di brufoli con pelle molta lucida.

Ciliegie contro le smagliature
Ecco un rimedio da usare anche quotidianamente per combattere e prevenire le smagliature, grazie agli acidi malico e tartarico della ciliegia e alla vitamina E dell’olio di mandorla.
In pratica: al mattino, schiacciare con cura dieci ciliegie mature, aggiungere due cucchiai d’olio di mandorla e lasciare riposare fino alla sera. Filtrare con un telo e applicare sulle smagliature massaggiando sino a completo assorbimento.

Mani di fragola
Disintossicante e stimolante, grazie a vitamine, Ssli minerali, acidi ed enzimi, la gustosa fragola è anche un potente depurativo. Con una specifica preparazione può essere utilizzata per la bellezza delle mani ( in particolare per chi deve lavarsene spesso), donando idratazione e contrastando il fastidioso fenomeno delle pellicine.
In pratica: schiacciare in una terrina cinque grosse fragole mature, aggiungere due cucchiai di olio di germe di grano. Con il composto strofinare le mani per circa dieci minuti, insistendo sulle unghie e sul dorso, con movimenti circolari partendo dal polso per arrivare alle punte delle dita. Da fare due-tre volte alla settimana.

Lattuga per gli occhi
Le vitamine, la clorofilla e i sali minerali contenuti nella lattuga sono particolarmente utili per dare tono alla delicata zona del contorno occhi, stimolando nello stesso tempo la microcircolazione. L’effetto di questo impacco è di sgonfiare le palpebre e “tirare” la zona circostante.
In pratica: lavare bene sei foglie di lattuga fresca e verde. Schiacciarle e ridurle in poltiglia. Mettere il composto in due garze, stendendole sulla zona oculare, con gli occhi chiusi. Tenere per cinque minuti e poi sciacquare con cura.

Décolleté alle patate
Con il succo di patata, ricco di amidi, sali minerali e vitamine, si può realizzare un impacco che idrata il seno.
In pratica: tritare finemente tre patate medie, aggiungere tre gocce di olio essenziale di limone e 10 di olio di rosa mosqueta (entrambi reperibili in erboristeria). In posizione distesa, passare l’impacco direttamente sul seno, evitando la zona dei capezzoli. Coprite con un telo e lasciare per 15 minuti, quindi risciacquare bene. Da fare due volte alla settimana.

Capelli fruttati

Spinaci rinforzanti
Gli spinaci, oltre alle note proprietà vitaminiche e reminaralizzanti, possono essere utilizzati per rinforzare i capelli, specialmente quelli fini e opachi, e per stimolare la crescita di nuovi.
In pratica: frullare 100 g di spinaci ben lavati e aggiungere al composto le gocce di olio essenziale di salvia. Quindi, con un batuffolo d’ovatta applicare l’impacco sui capelli e sulla cute appena lavati. Tenere per 15 minuti e risciacquare. Da fare ogni volta che si lava la testa.

Pesche per i capelli grassi
Ecco un impacco pre-sciampo che, sfruttando gli acidi della pesca, permette di riequilibrare la secrezione sebacea e dare volume e salute ai capelli grassi.
In pratica: schiacciare fino a rendere cremose due pesche tagliate a tocchetti. Aggiungete tre cucchiai di argilla verde e succo di limone sufficiente ad ottenere un composto omogeneo che si stenderà sui capelli. Tenere per un’ora, quindi risciacquare e procedere con il lavaggio.

Prugne antiforfora
Diuretica e decongestionante, la prugna, grazie alle fibre e alle vitamine in essa contenuta, agisce sul cuoio capelluto con azione di peeling e riequilibrante, utile in caso di forfora.
In pratica: si riducono in poltiglia tre prugne, aggiungendo un cucchiaio di propoli glicolica e poca acqua tiepida. Si strofina la poltiglia sulla cute non ancora lavata, insistendo sulle zone dove maggiore è il prurito e la desquamazione. Subito dopo procedere con uno sciampo specifico.

Balsamo di melone
Frutto ricco di pro-vitamina A, acqua, sali minerali, nonché di sostanze emollienti, il gustoso melone può essere un validissimo sostituto del balsamo per i capelli secchi e aridi.
In pratica: frullare 200 g di melone, aggiungendo 1 cucchiaio di burro, fino a rendere il composto molto spumoso. Applicare sui capelli appena lavati e tenere l’impacco per circa 10 minuti. Sciacquare accuratamente e asciugare. Molto utile per chi ha i capelli danneggiati da tinture permanenti o dal cloro della piscina.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here