Dining bistrot
Attimi by Heinz Beck, nuovo ristorante a Milano


La cucina dello Chef pluristellato Heinz Beck in ogni attimo della giornata. Apre a Milano il nuovo dining bistrot con la firma dell'architetto Fabio Novembre

Apre a City Life Milano “Attimi by Heinz Beck”, il nuovo casual restaurant dello chef stellato Heinz Beck. Il locale è firmato da Fabio Novembre che si è ispirato alla frase di Cesare Pavese “Non si ricordano i giorni, si ricordano gli attimi”.

Nel dettaglio, il concept è quello di un dining bistrot pensato per ogni momento, anzi, attimo della giornata, dalla colazione alla cena. Le esperienze gourmet sono opera dello chef Heinz Beck, tre stelle Michelin.

Le sedute si articolano attorno a colonne che separano idealmente l’ambiente in zone: quella cocktail, la dining, l'aperitivo e il bistrot. Negli arredi prevalgono i colori neutri, soprattutto grigi, con qualche discontinuo inserimento di colori accesi. Il cuore dell’ambiente è il grande bancone vetrina che, nonostante sembri realizzato in agglomerato minerale o quarzo, è in verità in solid surface Hi-Macs della collezione Volcanics.
Realizzato in minerali, pigmenti naturali e acrilico, Hi-Macs può essere termoformato in qualunque forma, può essere tagliato allo stesso modo del legno e può essere lavorato in maniera tale da eliminare i segni di giunzione alla vista ed eventuali imperfezioni o danni insorti nel tempo.

Nel presentare questo suo ultimo lavoro, l’architetto Novembre ha detto: «Credo che la non casuale coincidenza etimologica tra il presente come tempo e il presente come regalo sia una condizione di partenza per qualsiasi ricerca progettuale. Consideriamo gli attimi qui, non come momenti fugaci di vita, ma intense esperienze che dobbiamo saper cogliere e che ci rimangono impresse nella mente.»

(Fonte: Ristoranti)

ATTIMI BY HEINZ BECK
Milano CityLife – Shopping district
Piazza 3 Torri, Milano 20145
Food Court 1°piano

Tel. 0248029431

Attimi by Heinz Beck, nuovo ristorante a Milano - Ultima modifica: 2019-02-05T17:23:55+00:00 da Sabina Tavolieri

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome