Fai da te
Ecopulizie, come disinfettare casa in modo naturale


Tutto ciò che serve per il nostro benessere lo si trova in natura, anche per le pulizie casalinghe. Scopriamo come è possibile avere una casa sana e splendente, evitando l’utilizzo di detergenti con sostanze tossiche e pericolose

Il benessere in casa passa attraverso un ambiente pulito, sano e curato. E se invece dei soliti detersivi chimici ed altamente aggressivi si usassero soluzioni naturali? Ecco una buona pratica che prevede l’uso di pochi e semplici ingredienti, tutti già probabilmente presenti in frigorifero o in dispensa: aceto, bicarbonato di sodio, limone, oli essenziali, vodka e acqua.

Aceto

Caratterizzato da elevata acidità, l’aceto è una valida alternativa per ridurre i batteri sulle superfici, insieme a muffa, macchie, odori, grasso ed accumuli di cera.

Il suo grande potere disinfettante e antimuffa frena, di fatto, la proliferazione dei microrganismi; una proprietà già ben nota agli antichi romani che lo portavano nelle lunghe campagne militari per curare le ferite; utilizzato anche durante terribili epidemie storiche per ridurre il contagio di peste nera e colera: i medici immergevano le mani prima e dopo le visite ai malati.

Inoltre, il potere battericida dell’acido acetico è stato verificato da ricercatori dell’Istituto Venezuelano di Investigazione Scientifica (IVIC), dell’Albert Einstein College of Medicine di New York e dell’università francese di Montpellier 2,  che hanno scoperto come l’esposizione a una soluzione al 6% di acido acetico per 30 minuti uccida il batterio della tubercolosi.

Per igienizzare tutte le superfici di casa, è sufficiente diluirlo con un po’ di acqua e poi risciacquare; se invece è utilizzato puro, l’aceto ha un immediato potere anticalcare, ideale per lucidare le posate. Inoltre, è efficace anche per disinfettare frutta e verdura: basta un’immersione di circa 10 minuti in una bacinella con acqua e aceto.

Bicarbonato di sodio

Utilizzato in cucina per favorire la digestione e la lievitazione, il bicarbonato di sodio è anche un ottimo e versatile germicida e antisettico. Al contempo è in grado di eliminare i cattivi odori e tener lontani gli insetti.

Qualche esempio d’uso? Per disinfettare e pulire il forno, occorre spruzzarvi acqua all’interno e cospargere sulle superfici del bicarbonato di sodio, lasciar riposare qualche ora e poi passare un panno.

Una soluzione igienizzante adatta per la pulizia dei pavimenti e delle piastrelle è invece ottenibile versando un cucchiaio di bicarbonato in 500 ml d’acqua di rubinetto. Idem per l’ammollo dei piatti sporchi, del bucato da lavare a mano o nel cestello della lavatrice. Puro, in polvere, può essere invece utilizzato per facilitare la rimozione delle macchie da zerbini e tappeti. Infine, per ottenere una pasta abrasiva che permette una pulizia profonda di fornelli e stoviglie, bisogna aggiungere 1 cucchiaio di acqua per ogni 3 cucchiai di bicarbonato.

Limone

Le proprietà antibatteriche naturali del limone lo rendono particolarmente adatto alla pulizia della casa. La più grande potenzialità di questo agrume è in cucina. Infatti, il limone con buccia, polpa e succo, è l’ingrediente principe del detersivo piatti fai-da-te, 100% ecologico, in cui includere anche sale e aceto.

Il succo di limone può anche essere utilizzato puro per igienizzare e disincrostare i fornelli e, se in abbinamento con il bicarbonato di sodio, concorre alla preparazione di una pasta abrasiva utile per pulire lo sporco più ostinato e rimuovere macchie di alimenti e cattivi odori da taglieri e superfici in legno.

Invece, per la pulizia del microonde, si deve sminuzzare uno spicchio di limone in una ciotola d’acqua da inserire in ebollizione nell’elettrodomestico, per poi lasciare evaporare a sportello chiuso per 5 minuti. Una volta aperto, si pulisce l’interno con un panno ed il risultato è massima igiene e profumo; per lo stesso motivo, il suo utilizzo è ideale nel fondo della pattumiera per eliminare, così, i cattivi odori provocati dai rifiuti. Infine, il succo puro ha il potere di lucidare in modo impeccabile oggetti in rame, rubinetteria e maniglie cromate.

Olii essenziali

Ottimi disinfettanti naturali, caratterizzati da una profumazione estremamente piacevole, gli olii essenziali sono ottenuti per estrazione da materiale vegetale appartenente alle erbe e piante officinali. Una volta estratti, si presentano come sostanze oleose, liquide, volatili e profumate come la pianta da cui provengono.

Tra quelli più utilizzati per la profumazione e la pulizia di casa ci sono l’olio essenziale di Tea Tree, di lavanda, di timo bianco, di bergamotto, di eucalipto e la miscela Olio d’erbe 31. Quest’ultimo, oltre ad essere adatto ad alleviare i problemi di salute, specialmente respiratori, può aiutare a mantenere la casa priva di batteri e germi, profumandola in modo intenso.

Per lavare i pavimenti occorre versare circa 30 gocce di olio essenziale preferito in mezzo litro di acqua; il potere disinfettante aumenta se si combina anche l’utilizzo di aceto e limone. L’olio essenziale di lavanda è particolarmente adatto per disinfettare il bucato: poche gocce nel catino per l’ammollo dei panni, ma anche direttamente nel cestello della lavatrice.

Per pentole e piatti, invece, un consiglio è quello di aggiungere in lavastoviglie alcune gocce di olio essenziale di limone, mentre per la cura dei sanitari versare su una spugnetta olio essenziale di eucalipto, timo bianco e bergamotto. Infine, sono sufficienti 4 gocce di Olio d’erbe 31 in un diffusore o umidificatore per sprigionare le essenze negli ambienti, liberando dai germi l’aria di casa.

Vodka

Non solo felice chupito in conclusione di un’allegra serata, la vodka - composta da elevate percentuali di alcol - è anche un inaspettato alleato per le pulizie di casa, con virtù deodoranti contro i cattivi odori.

Questo superalcolico dal potere antibatterico, ideale per togliere funghi e muffe, elimina il calcare, dando brillantezza alle superfici come piastrelle, ceramica, vetro e rubinetteria. La vodka si può usare anche al posto del detersivo dei piatti in caso di sporco ostinato, unto e incrostazioni.

È anche da segnalare il suo potere anti-macchina: è sufficiente strofinare un panno imbevuto con della vodka sui tessuti e poi risciacquare. Non solo, la vodka è anche un ottimo pesticida per piante e fiori: occorre tamponare le foglie ed i parassiti ne staranno lontano.

L'idea a costo zero

Abbiamo, inoltre, un’altra risorsa sempre disponibile nelle nostre case che da sola basterebbe per pulire e disinfettare: l’acqua del rubinetto. Bisogna portarla a una temperature di almeno 200 gradi: il vapore così prodotto ha il potere di sciogliere le macchie istantaneamente, igienizzando e uccidendo germi e acari della polvere.

 


Ecopulizie, come disinfettare casa in modo naturale - Ultima modifica: 2020-03-23T09:31:13+00:00 da Chiara Bettoli
Ecopulizie, come disinfettare casa in modo naturale - Ultima modifica: 2020-03-23T09:31:13+00:00 da Chiara Bettoli

Lascia un commento

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome