Lo coltivo da me
L’ottimismo del ciclamino

5 | 1 voto/i

È classico dell'autunno e ogni anno ci conquista con l'allegria dei rosa e l'eleganza delle forme. Ecco come valorizzare la bellezza del ciclamino

Questo è il periodo in cui i garden center si colorano dei rosa dei ciclamini per la gioia dei nostri occhi. Impossibile resistere alle mille sfumature di rosa, bianco e rosso. E perché dovremmo? È una pianta estremamente elegante con le foglie a cuore e l'andamento verticale dei fiori. Le nuove varietà lo sono anche di più grazie a forme e colori non usuali. D'altra parte con i giusti accorgimenti sono fiori semplici da coltivare che fioriscono per tutto l'autunno.

In inverno rallentano un po' ma qualche fiore sboccia sempre, anche sotto la neve, per poi intensificarsi all'arrivo della primavera e fino a primi caldi. Le nuove varietà sono state selezionate proprio per resistere anche al caldo e allungare ancora di più il periodo di fioritura, o addirittura permettere di coltivarli in casa.

Quest'anno c'è un buon motivo in più per comprare i ciclamini. Sono infatti stati scelti come simbolo di ottimismo dall'Airc, l'associazione per la ricerca sul cancro. Per ogni ciclamino rosa venduto in ottobre i garden center che aderiscono all'iniziativa devolveranno 1 euro a sostegno della ricerca contro il cancro al seno. E lo faranno all'interno di una grande iniziativa il Garden Festival d'autunno per presentare gli ortaggi, le aromatiche e i fiori che non ti aspetti. Fra questi le nuove varietà di ciclamini. Eccone alcune davvero belle.

Il ciclamino da coltivare in casa

Si chiama Indiaka ed è una varietà bicolore irresistibile. I petali sono bianchi alla radice e diventano rosa o lilla intenso sui margini. Ha una dimensione media ed è  abbastanza resistente al caldo. La sua temperatura ideale è fra i 16 e i 20 gradi, proprio quella dei nostri appartamenti in inverno. Sistematela in un locale luminoso, ma non al sole diretto e non vicino ai caloriferi. Se i colori dei petali diventano spenti è perché non hanno abbastanza luce, mettetela più vicino alla finestra. Cresce bene anche all'esterno ma teme le temperature sotto lo zero.

Nel vaso sul balcone

Halios curly è un ciclamino di grandi dimensioni che stupisce per i petali arricciati, ma le sue esigenze sono quelle del classico ciclamino. È una pianta resistente che difficilmente viene attaccata dalle muffe. Sistematela in un vaso al riparo da pioggia e vento forti. E se si verifica una piccola gelata, è sufficiente togliere i fiori danneggiati perché riprenda a sbocciare. Non sopporta però le temperature sottozero per periodi prolungati. È un protagonista che sta bene da solo in un vaso tondo, dove fiorisce abbondantemente fino a primavera.

Nella ciotola in giardino

Scegliete una varietà piccola come questa che si chiama Verano. Il fiore ha i petali tondeggianti di un rosa intenso quasi fluorescente. Il cespo è compatto e molto produttivo. In una ciotola da 40 centimetri di diametro ce ne stanno anche 5, magari alternate a piccole pianticelle di edera. È una delle varietà che sopporta bene il caldo e che continua a fiorire anche a primavera inoltrata.

Le 3 regole del ciclamino

Posizione
In autunno e in inverno resistono anche in pieno sole, ma l'ideale è evitare i raggi diretti nelle ore più calde. Se i petali sembrano bruciati e sbiaditi sulle punte è perché stanno prendendo troppo sole. Spostateli dove c'è più ombra.

Acqua
Meglio non esagerare con le innaffiature. Lasciate che la terra si asciughi in superficie prima di bagnare di nuovo. E se avete un sottovaso, dopo 30 minuti togli l'acqua in eccesso. Il rischio di marciume delle radici o di attacco da parte della muffa grigia è reale. Per questo togliete sempre foglie e fiori appassiti, così sollecitate anche la fioritura.

Fertilizzanti
Una o due volte al mese ha bisogno di una dose di concime per piante da fiore. È il modo migliore per sostenere la fioritura anche l'inverno.

Come farlo rifiorire l'anno prossimo

Quando in primavera smetterà di produrre fiori, spostatelo all'ombra, sospendete il concime e riducete le innaffiature, fino alla fine dell'estate. Quando comincerete a vedere i primi boccioli, riportatelo in una posizione di mezz'ombra e riprendete a concimare, intensificando le innaffiature. La pianta può durare così anche 4-5 anni.

 

5 | 1 voto/i

L’ottimismo del ciclamino - Ultima modifica: 2020-09-21T08:31:41+02:00 da Sabina Tavolieri
L’ottimismo del ciclamino - Ultima modifica: 2020-09-21T08:31:41+02:00 da Sabina Tavolieri

Lascia un commento

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome