Lo coltivo da me
Arredare la casa con le piante

piante
4.3 | 9 voto/i

Si possono tenere piante in camera da letto? Quali vivono bene in bagno? Ecco le idee giuste per sceglierle, curarle e godersele in ogni angolo della casa

Ormai sappiamo quanto fa bene il verde indoor sia all’umore che alla salute. E quanto le piante possano arredare anche la stanza più anonima senza spendere molto. La maggior parte di noi però si limita al living, il locale più curato e in genere il più luminoso. Se però volete rendere più green anche gli altri ambienti, ecco come orientarvi.

RUSTICHE IN ANTICAMERA

Sansevieria

L’ingresso è uno dei locali più difficili per le piante. Spesso è buio, perché senza finestre, ma con correnti d’aria. Per sopravvivere in un ambiente così ostile occorrono piante davvero robuste. La più coriacea in assoluto è l’aspidistra, anche chiamata “pianta di piombo” perché resiste a tutto: alla poca luce e alla poca acqua. Se avete il pollice nero scegliete questa, oppure una sansevieria che è anche molto trendy. Dovete solo ricordarvi di bagnarle quando il terreno diventa asciutto. Altrettanto strong ma meno scontata è la zamioculcas, dalle foglie lucide e carnose. Se avete spazio prendetene una alta 60-70 centimetri in un vaso verticale. In inverno, basta bagnarla ogni 30 giorni, nelle altre stagioni dovete innaffiare bene ma solo ogni 20 giorni, con una dose di concime per piante grasse. Cresce molto lentamente quindi vi basta rinvasarla ogni 3 o 4 anni con un terriccio per piante grasse.

Advertisement

AROMATICHE IN CUCINA

Basilico

È uno dei locali più caldi della casa e questo agli aromi non può che fare piacere, l’importante è che ricevano anche tanta luce. Metteteli vicino alla finestra. Se non riuscite e la cucina è buia comprate una lampada da coltivazione che simula la luce del sole. Nella scelta delle specie lasciatevi guidare dalla stagione. In inverno preferite piante sempreverdi come il rosmarino, la salvia o il timo. Bagnate a terreno asciutto e, nel caso del rosmarino, scegliete un vaso un po’ grande perché ha bisogno di spazio. In primavera va bene tutto, dal basilico alla maggiorana. Se volete gustare il sapore del basilico fresco anche d’inverno, provate con i micro ortaggi. Dovete far germogliare i semi e mangiare le piantine quando sono poco più che germogli.

SUCCULENTE IN CAMERA DA LETTO

Kalanchoe

Pensate ancora che sia meglio non mettere piante in camera da letto? Sbagliato. Non solo purificano l’aria dagli inquinanti, ma se scegliete le specie giuste ossigenano l’aria anche di notte. Molte succulente, che arrivano dalle zone calde del pianeta, accumulano la luce del sole durante il giorno, ma fanno la fotosintesi dopo il tramonto, migliorando l’aria mentre dormiamo. Spesso sono anche facilissime da coltivare come la crassula, o la kalanchoe, magari nella bellissima varietà thyrsiflora. Ecco le poche regole per non sbagliare: il terriccio deve essere quello per piante grasse, la temperatura non deve scendere sotto i 15 °C, la posizione deve essere luminosa, anche al sole ma attenzione che non siano troppo esposte nelle ore più calde. Bagnatele solo a terreno completamente asciutto, in inverno potete quasi sospendere del tutto le innaffiature.

TROPICALI IN BAGNO

Calatea

Sono quasi sempre ambienti piuttosto umidi, vista la quantità di docce che si fanno in famiglia, e non particolarmente luminosi. Ecco perché per i bagni vanno scelte specie che amano l’umidità e non hanno bisogno di molta luce. Fortunatamente in questa categoria rientrano alcune delle più belle piante da appartamento, perché le foreste tropicali hanno proprio queste caratteristiche. Se volete qualcosa di leggero e aereo scegliete l’asparagina, con le sue foglie piumose aggiunge grazia e leggerezza. Se preferite una pianta importante scegliete una calatea, ne esistono tante varietà, e le foglie sono una più bella dell’altra. Se il bagno è piuttosto luminoso e volete valorizzarlo puntate sulle orchidee, sempre di grande effetto, tipo le phalaenopsis. In natura vivono in luoghi molto umidi e moderatamente luminosi. Coltivatele in un vaso leggermente trasparente con il tipico terriccio fatto di cortecce (bark) e ricordatevi di bagnare solo quando le radici sono bianche.

4.3 | 9 voto/i

Arredare la casa con le piante - Ultima modifica: 2021-02-19T08:17:50+01:00 da Sabina Tavolieri
Arredare la casa con le piante - Ultima modifica: 2021-02-19T08:17:50+01:00 da Sabina Tavolieri

Lascia un commento

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome