Cosmesi naturale
I cosmetici in panetto

cosmetici

Accattivanti per colori e forme ma soprattutto attenti alla sostenibilità: sono i nuovi cosmetici solidi, con confezioni eco e dalle interessanti proprietà per pelle, capelli, denti. Un modo trendy e green per prendersi cura di sé e del pianeta. Ecco come sono fatti e come usarli al meglio

I nuovi cosmetici solidi si propongono non solo di detergere ma anche di prendersi cura delle esigenze della pelle e dei capelli, declinandosi in molteplici tipologie che vanno dallo shampoo, al balsamo, alle creme e ai sieri per il viso, allo scrub corpo, al dentifricio, al deodorante.

Naturali ed efficaci, i detergenti solidi consentono una scelta responsabile anche nei confronti dell’ambiente.

Advertisement

Il punto di forza è il packaging minimalista, che, grazie alla loro forma solida, elimina la plastica a favore di confezioni essenziali, dai materiali sostenibili, riciclati o riciclabili, come il cartoncino. Inoltre, l’eliminazione dell’acqua permette di ridurre i volumi di merce spostata, limitando così l’impatto dei trasporti.

La differenza principale con i cosmetici tradizionali la fanno gli ingredienti, solitamente naturali ed eco-green, e la loro consistenza, dovuta all’assenza dell’acqua. In questo modo risultano ben conservabili, meno ingombranti e facilmente trasportabili, anche quando si viaggia.

Shampoo solido, come agisce

Sì, per quanto strano possa sembrare lo shampoo solido risulta semplice da utilizzare anche sui capelli lunghi. Pur presentandosi sotto forma di una saponetta si tratta infatti di un detergente specifico capace di soddisfare le esigenze dei capelli, che sono innegabilmente ben diverse da quelle della pelle, soprattutto per quanto riguarda il pH. Tra gli ingredienti principali, infatti, figurano soprattutto oli saponificati e tensioattivi di origine vegetale, come quello di cocco, noto per le sue proprietà antiossidanti utili per difendere i capelli dall’aggressione di inquinanti e agenti atmosferici. La funzione nutriente e idratante è affidata a diversi oli e burri di origine vegetale ma anche agli oli essenziali, capaci di stimolare il cuoio capelluto e rinforzare i capelli, regolando la secrezione sebacea e la proliferazione microbica, proprietà preziose soprattutto in presenza di forfora o capelli grassi. Per un uso ottimale, il panetto va strofinato sulle mani umide ottenendo la schiuma necessaria per detergere i capelli.

Attenzione al risciacquo

Molto spesso il pH basico del detergente solido, soprattutto quando nella composizione sono presenti oli saponificati, rende necessario riequilibrare il pH della cute e dei capelli, ricorrendo a un risciacquo con una soluzione acidificante composta da acqua e succo di limone (molto usato anche l’acido citrico) o aceto, utilissima per chiudere le squame del capello, rendere la chioma più lucida ed evitare l’effetto opaco e troppo secco. Da provare anche i balsami o i condizioner solidi capaci di rispondere alle esigenze di ogni tipologia di capelli, rendendoli più morbidi e luminosi, grazie a ingredienti chiave come alcuni grassi vegetali, ad esempio il cocco e il burro di cacao, sostanze altamente nutritive come le alghe e un mix sapiente di oli essenziali. Unica avvertenza: sempre meglio evitare di strofinare direttamente il panetto sui capelli (meglio passarlo più volte tra le mani per prelevare il prodotto) perché diventerebbe difficile dosarne la quantità e distribuirlo uniformemente.

Dentifrici, creme...

Fanno capolino sugli scaffali dei negozi, anche se ancora non sono molto diffusi, i dentifrici da “masticare” tra i denti o da prelevare direttamente strofinandoci sopra lo spazzolino bagnato, oppure i panetti di crema da barba, da massaggiare sul viso prima della rasatura, che rimandano alla memoria la saponetta del barbiere di tanti anni fa.

Anche la detergenza del viso può essere ottenuta con specifici cosmetici solidi, che, per quanto possano assomigliare a piccole saponette, hanno una composizione diversa e adeguata alla funzione di togliere il trucco e pulire la pelle del viso.

Dolci e talvolta quasi golose, per forma, consistenza e profumazione, le creme, viso e corpo, sono create grazie a un mix sapiente di oli e burri vegetali super nutrienti. Se ne preleva un poco strofinandoci le mani umide e si massaggia. Grazie al calore della pelle, il prodotto si scioglierà in modo perfettamente bilanciato, rilasciando la giusta quantità di sostanze nutritive e idratanti.

Come conservarli per non sprecarli

Alcune formulazioni possono prevedere l’aggiunta di piccole particelle dall’azione esfoliante, dai granelli di sabbia alla polvere di guscio di noci di cocco, che, scivolando sulla pelle insieme alla “saponetta” durante la doccia, la lasciano immediatamente più liscia e setosa.

 


I cosmetici in panetto - Ultima modifica: 2021-01-20T08:18:20+01:00 da Sabina Tavolieri
I cosmetici in panetto - Ultima modifica: 2021-01-20T08:18:20+01:00 da Sabina Tavolieri

Lascia un commento

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome