Prodotti per la colazione
Cereali per la colazione: buoni per bambini e adulti, ma sono tutti sani?

due bambine sorridenti mangiano cereali per la colazione
5 | 2 voto/i

Scegliere i cereali per la colazione non è affatto facile. Vediamo quali elementi tenere presenti per orientarci, considerato che si va da prodotti genuini, magari ricchi di proteine, ad altri troppo dolci

I cereali per la colazione non sono sempre stati così diversi. In origine c’erano i fiocchi di mais, in America, e il Bircher muesli in Svizzera. Oggi, abbiamo a disposizione un’infinità di scatole dalle etichette accattivanti. I cereali per la colazione, in effetti, possono essere l’occasione per consumare alimenti sani che difficilmente trovano posto negli altri pasti della giornata. Ma al contrario, si possono rivelare prodotti superprocessati che vanno ad appesantire la dieta di zuccheri e grassi. Dunque? Non fermiamoci all’immagine in etichetta e giriamo la scatola per leggere che cosa c’è dentro…!

Corn flakes, con e senza zucchero

Sono preparati con chicchi di mais frammentati, cotti e poi schiacciati tra due rulli per risultare croccanti. Nella maggior parte dei prodotti in vendita, nella cottura si immettono zucchero, malto e sale, ma è anche possibile trovarne senza alcuna aggiunta. In questo caso è indicato in evidenza: 100% mais.

Advertisement

Fiocchi d’avena e non solo

Chi ama preparare da sé le miscele per il primo pasto della giornata, spesso parte dai fiocchi d’avena, che sono anche alla base dei muesli più tradizionali. In effetti, la colazione coi fiocchi può essere l’occasione per portare in tavola cereali poco consumati, avena in primis, con le sue tante proprietà, tra cui anche quella, utilissima, contro il colesterolo. Oltre all’avena, se sono molto diffusi i fiocchi di grano e farro è possibile trovarne anche di semi particolari come il miglio e la quinoa.

Riso, miglio, farro diventano leggeri

Per essere trasformati in soffiati, i cereali devono essere cotti istantaneamente con vapore ad alta pressione, un po’ come succede quando si preparano i popcorn. Si ottengono così palline leggere che, se non vengono appesantite da troppi ingredienti dolci e grassi, risultano un ottimo modo di consumare i cereali.

Sferette, anellini, pupazzetti…

varietà di cereali per la colazione

Con miscele di farine, zucchero e altri ingredienti vengono preparati impasti che poi, un po’ come succede per la pasta, vengono fatti passare attraverso trafile, per ottenere prodotti secchi, croccanti e leggeri dalle forme più diverse. La base, spesso, è farina di grano o di riso. A leggere l’elenco degli ingredienti si può scoprire che spesso si tratta dei cereali per la colazione più ricchi di ingredienti raffinati e anche di additivi.

Alla crusca

Rivolti a chi ha problemi di scarsa motilità intestinale, i prodotti con crusca rivelano una percentuale di fibre alta, ma molto variabile: può andare dal 15 al 30%. La colazione del mattino, in effetti, può essere una buona occasione per introdurre fibre, di cui la moderna alimentazione è spesso carente, ma ciò è possibile anche senza scegliere prodotti con crusca quanto piuttosto integrali e con frutta secca ed essiccata, che risultano di composizione nutrizionale più equilibrata.

Più proteine

La colazione proteica è molto in voga. Per arricchire di proteine un alimento che normalmente ne contiene una quota abbastanza contenuta si utilizzano estratti di legumi, come le proteine di pisello, o anche di cereali, come le proteine di riso integrale.

Muesli: può essere il migliore per la glicemia

Fiocchi di cereali e frutta secca ed essiccata in miscele diverse sono la base, spesso senza aggiunta di zucchero, della ricetta del muesli classico. Quando è invece nella versione croccante possono esserci tantissime variazioni della ricetta, con o senza zucchero o malto, con o senza (anche parecchi) grassi: leggere la tabella nutrizionale, qui, diventa indispensabile…

Non è importante solo quanto zucchero viene usato, perché i fiocchi di cereali possono avere un impatto sulla glicemia molto alto. Per ridurre questo effetto è importante che, insieme ai cereali, ci siano anche semi oleosi e frutta secca a guscio. La presenza di grassi e fibre renderà più graduale il rilascio di zucchero: quindi una miscela che li preveda, come succede nel caso del muesli, aiuta a smorzare la salita della glicemia dopo la colazione.

CHE COSA CAMBIA NEI BABY-CEREALI

Zucchero In genere, ne contengono di più. Attenzione, quindi, quando il bambino ne aggiunge d’abitudine altro alla tazza di latte e cereali.

Quali cereali Quando si tratta di prodotti estrusi, con forme di fantasia, spesso si parte da impasti di farine di frumento, mais e riso. In pratica, si tende a usare meno i cereali pregiati.

Fibre Difficilmente si usano cereali integrali nei prodotti per bambini. Ma anche loro mangiano troppe poche fibre...

Vitamine Di frequente i prodotti per bambini sono addizionati di vitamine e minerali. Attenzione a non offrire ai piccoli più alimenti vitaminizzati o anche integratori, per non superare le dosi giornaliere consigliate di queste sostanze.

5 | 2 voto/i

Cereali per la colazione: buoni per bambini e adulti, ma sono tutti sani? - Ultima modifica: 2020-12-10T19:48:56+01:00 da Venetia Villani
Cereali per la colazione: buoni per bambini e adulti, ma sono tutti sani? - Ultima modifica: 2020-12-10T19:48:56+01:00 da Venetia Villani

Lascia un commento

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome