Bevande alternative
Birra analcolica: più sana, ma il gusto? E le calorie?

giovane coppia che beve birra analcolica
5 | 2 voto/i

Sempre più di tendenza, la birra analcolica è amata da sportivi e salutisti. Vediamo come si prepara, le modifiche di profumo e sapore, e qual è l'apporto calorico

Zero alcool è una delle tendenze più importanti degli ultimi anni. Giustamente: è risaputo che un eccesso di questa sostanza è da evitare. Non solo per chi guida e per donne incinte, ma per tutti, perché l'alcool non è una sostanza sicura per la salute. Ecco allora la birra analcolica, sempre più amata dai giovani, dagli sportivi e dai salutisti in genere. Conosciamola meglio.

Birra analcolica non sempre è 0% alcool

Se vogliamo essere certi che la birra analcolica che stiamo per acquistare sia davvero senza alcool dobbiamo cercare l’informazione in etichetta. La legge italiana, infatti, permette di definire così una birra che non superi l’1,2% di volume di alcool. Le norma, in effetti, sono diverse da Paese a Paese: in Germania, per esempio, dove la birra analcolica nacque negli anni settanta, il limite è dello 0,5%, mentre in Gran Bretagna è davvero basso, 0,05%.

Advertisement

Si dimezzano le calorie

Confrontando le tabelle nutrizionali stampate sulle etichette della birra normale e di quella analcolica, si scopre che nella birra normale le calorie per 100 millilitri sono circa 40-45, quando nell’analcolica siamo sulle 20-25. Una bottiglietta da 33 cl apporta di conseguenza 130-150 cal oppure 65-80.

Come si ottiene?

Esistono diversi metodi utili per ottenere un birra poco o per niente alcolica. Si possono effettuare particolari tipi di fermentazione che portano a una ridotta produzione di alcool, oppure si può eliminare con mezzi fisici (tipo la distillazione) l’alcol da una birra prodotta tradizionalmente.

Ma è buona?

Gli assaggiatori esperti notano, nelle birre analcoliche, che l’odore, e a volte il sapore, risulta più dolce, può ricordare il miele. In alcuni casi, e ancor più quando vengono aggiunte stanze aromatizzanti, il gusto può apparire un po’ artificiale. In genere, il sapore può risultare un po’ slavato. E, naturalmente, mancando l'alcool non si avverte quella sensazione di calore che questa sostanza produce.

C’è da dire che le industrie di birra stanno lavorando per rendere sempre più gradevole il gusto della birra analcolica, più vicina all’originale. Assaggiando le diverse marche si potranno notare le differenze.

5 | 2 voto/i

Birra analcolica: più sana, ma il gusto? E le calorie? - Ultima modifica: 2021-03-29T08:34:42+02:00 da Venetia Villani
Birra analcolica: più sana, ma il gusto? E le calorie? - Ultima modifica: 2021-03-29T08:34:42+02:00 da Venetia Villani

Lascia un commento

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome