Nella Toscana da cartolina


Alle spalle di Firenze, in un territorio incontaminato e ancora di grande fascino, la famiglia Lottero gestisce una grande azienda, diventata anche agriturismo e fattoria didattica, in cui si produce un particolare Chianti, il Rùfina, e altre preziose etichette

Si dice Chianti e viene in mente la Toscana ma il termine, per gli appassionati di vino, suona generico: differenze microclimatiche e territoriali hanno portato a individuare ben sette zone di produzione. La più conosciuta aggiunge Classico al nome e abbraccia un vasto territorio tra Firenze e Siena. La più piccola delle specificazioni si sviluppa una ventina di chilometri a nord-est della Galleria degli Uffizi, arrivando a lambire l'Appennino: il Chianti Rùfina. Un territorio ondulato di rara integrità, segnato dalla forma slanciata dei cipressi e dal profilo frastagliato dei cedri, striato dalle vigne messe a dimora nei poggi esposti a sud e a ovest. Di questo s'innamorò la famiglia Lottero nel 1978 quando decise di lasciare Genova per dedicarsi alla completa ristrutturazione della loro proprietà composta da più casali sparsi sul colle di Montefiesole. La scelta di rinuncia a ogni sorta di chimica apparve come necessaria per preservare la bellezza dell'ambiente. Oggi Fattoria Lavacchio ingloba un agriturismo di gran fascino, ristorante, fattoria didattica, produzione propria di cereali, ortaggi, olio e vino. Tutt'intorno i vigneti.

Varietà tradizionali e disgressioni internazionali

Unico bianco, il pachàr (16,00 euro) è un elegante blend di viogner e sauvignon in acciaio e chardonnay maturato in legno dal palato soffice. Dal syrah si ricava un fragrante rosato, dalla dinamica acidula: l'Albeggio (7,00 euro). Il sangiovese è la base per i tre Chianti. Il Puro (9,00 euro) è vinificato senza aggiungere solfiti e ha tratti vinosi, leggermente rustici. Il Rùfina Cedro (9,00 euro) bada a mantenere il giusto rapporto tra tradizione e sensibilità moderna espressa con ampi rimandi fruttati; infine il Rùfina Cedro Riserva (16,00 euro) ha aromi speziati in un palato energico e maturo. Merlot, cabernet sauvignon e un saldo di sangiovese si uniscono nel Fontegalli (22,00 euro), rosso dal bouquet complesso di liquirizia, fiori secchi e polvere di caffè. L'offerta si conclude con ben due vini dolci di notevole bontà. L'Oro del Cedro (20,00 euro) sprigiona pieni, accattivanti profumi di agrumi canditi, frutta esotica e spezie; il Vin Santo del Chianti Rùfina Riserva (20,00 euro) offre note di frutta secca, miele e caramello.

Dove si trova: Fattoria Lavacchio è a Pontassieve (FI), via di Grignano 38. Tel. 0558396168

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome