Più ricerca e formazione per l’agricoltura biologica

Approvato nei giorni scorsi  un ordine del giorno dei Verdi alla legge di bilancio 2017 della Provincia di Bolzano per maggiori investimenti nella ricerca e nell’offerta formativa sull’agricoltura biologica

Il consiglio provinciale di Bolzano – si legge in un articolo di Verdi Bz - ha approvato nei giorni scorsi l’ordine del giorno alla legge di bilancio 2017 dei Verdi per maggiori investimenti nella ricerca e nell’offerta formativa sull’agricoltura biologica.
È un settore in crescita e dal forte potenziale anche per l’occupazione giovanile e femminile. Entro il 2020 l’Italia vuole raddoppiare la superficie dedicata all’agricoltura bio, l’Austria ha posto il biologico tra i suoi obiettivi centrali e numerosi sono gli istituti di ricerca che operano in tal senso, dal 2013 la Germania investe 17 milioni di Euro all’anno per il Programma federale per l’agricoltura ecologica.
In Alto Adige/Südtirol il numero di agricoltori e agricoltrici che sceglie di passare al biologico è in costante aumento, ma la ricerca è ancora poco sviluppata, soprattutto per quello che riguarda i settori dell’agricoltura a fieno, cerealicola e legata all’allevamento per la produzione di latte.
Anche l’offerta formativa sul biologico ha ampi margini di rafforzamento: solo la Scuola professionale per l’agricoltura e di economia domestica Salern di Varna gestisce l’attività in modo biologico. Negli altri istituti Laimburg, Dietenheim, Fürstenburg e nella Scuola superiore di agraria a Ora, il biologico è presente, ma solo incidentalmente.
Con l’approvazione di questo ordine del giorno, la Giunta si impegna così a:
* rafforzare il reparto di ricerca e sperimentazione dedicato all’agricoltura biologica del Centro di sperimentazione Laimburg con adeguati finanziamenti e risorse di personale;
* rafforzare la proposta formativa rivolta al biologico nelle varie strutture e istituti di ricerca dell’Alto Adige/Südtirol, dalle scuole superiori all’università.

Il testo integrale della mozione è disponibile qui

LASCIA UN COMMENTO