Radici di tarassaco marinate in crema con uova di quaglia

Porzioni Tempo di preparazione Tempo di cottura
4 persone 45 minuti 30 minuti
Istruzioni
  • Ricavate le radici dalle piantine, poi lavatele e strofinatele con uno spazzolino per rimuovere la terra. Tagliatele a metà e tenetele in ammollo in acqua fredda per 30 minuti. Nel frattempo lessate il topinambur in acqua salata per circa 20 minuti, pelatelo e tenetelo da parte. Ricavate dalle piante di tarassaco le foglioline più piccole da mangiare crude (consumate le restanti lessate o come preferite).
  • Lessate 12 radici in un litro d’acqua salata per 5 minuti o fino a quando diventano morbide ma ancora croccanti. Scolatele e raffreddatele subito in acqua e ghiaccio. Asciugatele e stendetele in un contenitore.
  • Preparate una marinatura mescolando il miele con metà del brodo vegetale, la salsa di soia, l’aceto di riso e un pizzico di sale. Scaldatela leggermente per renderla più fluida e versatela sopra le 12 radici coprendole il più possibile.
  • Bollite più a lungo, per circa 15 minuti, nella stessa pentola le rimanenti 10 radici di tarassaco fino a renderle completamente morbide. Scolatele, fatele raffreddare e frullatele con il restante brodo vegetale e il topinambur fino a ottenere una crema omogenea.
  • Cuocete in camicia, una per volta, le uova di quaglia sgusciate in circa un litro d’acqua salata e acidulata con un cucchiaio di aceto di mele per 2 minuti.
  • Scaldate la crema e asciugate le radici dalla marinatura, quindi componete il piatto. Versate 2-3 cucchiai di crema in ogni fondina, adagiatevi al centro 3 radici marinate e, sopra, l’uovo in camicia. Disponete le foglie di tarassaco e completate con un filo di olio e una spolverata di liquirizia o pepe.
Radici di tarassaco marinate in crema con uova di quaglia - Ultima modifica: 2016-11-18T02:25:55+01:00 da