Tutto sulla frutta secca ed essiccata


Il consumo di frutta secca, disidratata e di semi oleosi è stato per lungo tempo delegato al ruolo di snack calorico e poco sano

In allegato con il numero di gennaio di Cucina Naturale troverete in vendita il libro dedicato alla frutta secca di Chiara Frascari.

Il consumo di frutta secca, disidratata e di semi oleosi è stato per lungo tempo relegato al ruolo di snack calorico e poco sano. Un peccato di gola da evitare. Nulla di più sbagliato! Innanzitutto nella frutta essiccata al naturale si trovano solo gli zuccheri presenti in quella fresca, ma in forma concentrata. La frutta a guscio e i semi oleosi, invece, contengono grassi di tipo insaturo, preferibili a quelli saturi. La presenza di acidi grassi essenziali (omega 3 e 6), vitamine e minerali svolge una preziosa funzione antiossidante. L'alto contenuto di fibre rallenta l'assorbimento degli zuccheri, mantenendo stabile il livello di glicemia nel sangue, apportando un valido aiuto nell'equilibrare i livelli di sazietà, senza però incentivare l'aumento di peso globale... Si tratta quindi di cibi veri e propri, dalle molteplici virtù, che possono essere integrati correttamente e piacevolmente nell'alimentazione quotidiana, arricchendo di gusto i piatti che prepariamo. Nel libro potrete trovare ricette sia salate che dolci, anche creme e bevande, preparazioni perfette per la cucina vegetariana e non solo.

Cake salato con robiola, albicocche secche e pistacchi

Preparazione: 15'
Cottura: 30'
Vegetariano

Ingredienti per 4 persone
250 g di farina di tipo 1, 125 g di yogurt bianco intero, 100 g di robiola di capra semistagionata, 2 uova, 60 g di pistacchi sgusciati, 50 g di albicocche secche, mezza bustina di lievito per torte salate, 1 rametto di timo fresco, 2 cucchiai di olio extra vergine d'oliva, 1 pizzico di sale.

Mescolate in una ciotola la farina, il sale, il lievito e le foglioline del timo. In un altro recipiente amalgamate invece le uova con lo yogurt e l'olio. Tagliate a dadini le albicocche secche e la robiola e tritate al coltello i pistacchi. Preriscaldate il forno a 180 °C. Unite gli ingredienti secchi a quelli umidi precedentemente miscelati nei due recipienti, mescolate con cura e, quando il composto risulta omogeneo, aggiungete la frutta secca e la robiola. Amalgamate bene il tutto e versate l'impasto in uno stampo da plumcake di 10x24 centimetri, rivestito con carta da forno. Infornatelo per circa 30 minuti, verificando la cottura con uno stecchino. Una volta sfornato, lasciatelo intiepidire prima di toglierlo dallo stampo e tagliarlo a fette.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here